Tendenze

Visualizza articoli per tag: dieta equilibrata

Si tratta di un piatto buono, gustoso e completo.

Le zucchine ripiene, classico di tutte le nonne e di tutte le mamme tornano sulle vostre tavole in versione ipocalorica, alla DCD TUSCOLANO!

 

Ingredienti:

  • 200grammi zucchine tipo napoletane
  • 100grami macinato vitella/vitellone
  • Una chiara d’uovo
  • 1 cucchiaino pangrattato
  • Uno spicchi aglio finemente tritato
  • Sale-pepe-prezzemoloq.b.
  • Un cucchiaio olio evo

 

Preparazione:

Lavate e scavate le zucchine al loro interno.

In una terrina amalgamate il macinato con tutti gli altri ingredienti.

Riempite ora le zucchine con il composto ottenuto.

Disponetele ora in una pirofila, irroratele con un cucchiaio d’olio e 2 cucchiai d’acqua.

Infornare a 200 gradi per 30 minuti e... ricordate di servirle calde!

 

 

Pubblicato in Ricette
30 Maggio 2016
Letto 500 volte

Dopo i bagordi delle festività Natalizie è fondamentale rimettersi in forma con una cucina equilibrata e leggera. 

I nostri fusi di pollo aromatici sono tutto questo, unito ad un gusto inconfondibile.

Pronte a cucinare?

 

Ingredienti:

300  grammi fusi di pollo

un cucchiaio olio evo

sale

pepe

rosmarino

timo

salvia

origano

paprica

uno spicchio d’aglio

due cucchiai polpa di pomodoro

 

Preparazione:

  • Mettere la polpa di pomodoro in una ciotola e aggiungere tutte le spezie incluso l’aglio triturato.
  • Fate insaporire per circa due ore, irrorando successivamente con il composto i fusi posti in una padella assieme all’olio
  • Cuocere a fuoco basso aggiungendo un po’ d’acqua per 15 minuti
  • Allo scadere dei 15 minuti allzare la fiamma a fuoco vivace e terminare la cottura (attendete che i vostri fusi di pollo siano croccanti e dorati)
  • Non vi resta altro che gustare i vostri, buonissimi, fusi di pollo alla DCD TUSCOLANO!
Pubblicato in Ricette
26 Dicembre 2015
Letto 589 volte

Il mondo delle diete dimagranti (e noi di DCD Tuscolano ne sappiamo qualcosa) e dei piani alimentari è pieno di alternative, ma anche di falsi miti: spesso, quello che si crede che sia vero è spesso l’esatto opposto.

Ne volete sapere qualcuno?

 

  1. 1.Colazione a base di cereali

Iniziamo dai cereali.

Sì, proprio loro, i protagonisti di intere corsie di tutti i supermercati. 

Questi gustosi alimenti, sono quasi tutti addizionati di zuccheri e carboidrati raffinati, autentica combinazione micidiale per ingrassare.

Ormai è risaputo, la colazione è il pasto più importante della giornata, una colazione a base di cereali produce l’effetto di alzare il picco del livello di zuccheri e di insulina in circolo nel corpo. 

Succede così che, qualche ora più tardi, quando i valori si stabilizzeranno di nuovo, lo sgradevole effetto sarà che il sistema metabolico, predisposto a bruciare i carboidrati, produrrà la classica sensazione di fame che verrà placata appunto con l’assunzione di altri carboidrati. Si tratta di uno scompenso che ha effetti molto negativi soprattutto per le persone che vogliono o devono perdere peso.

Il consiglio di DCD Tuscolano è quello di leggere sempre con attenzione le etichette sulle confezioni: si scoprirà che la maggior parte dei cereali, anche quelli reclamizzati come “a basso contenuto di grassi” o “integrali” sul pacchetto, di solito sono addizionati di zuccheri e/o dolcificanti vari.

 

2 . Sciroppo di agave

Il cosiddetto “nettare di agave” (o sciroppo) viene commercializzato come alternativa naturale dello zucchero e degli sciroppi di fruttosio. Sta di fatto, però, che non si tratta di un alimento così sano: per certi versi può essere anche più nocivo dello zucchero. Uno dei principali motivi per cui gli zuccheri bianchi sono così malsani è il fatto che, come già specificato precedentemente, entrino rapidamente in circolo nel corpo e contengano quantità eccessive di fruttosio. Per cui, considerando che lo zucchero contiene mediamente una percentuale del 50% di fruttosio, lo sciroppo di agave può arrivare a contenerne fino al 70-90%. Naturalmente le moderate quantità di fruttosio che contiene la frutta sono giuste, ma è chiaro che assumerne percentuali eccessive può avere effetti molto negativi sulla salute.sia a breve che a lungo termine.  

 

3. Pane integrale

I prodotti confezionati con grano integrale vengono spesso indicati come una sana alternativa ai graminacei raffinati. 

In realtà è parzialmente corretto, in quanto il frumento integrale è, in effetti, “meno cattivo” rispetto agli altri. Tuttavia, uno dei problemi principali che comportano la maggior parte dei cibi cosiddetti integrali, è che non sono realmente costituiti da veri cereali integrali: si tratta di una manovra di marketing. Il fatto è che in praticamente tutti i prodotti in commercio, eccetto pochissime alternative, i grani sono stati triturati fino a formare una farina finissima che, se da un lato è più facilmente digeribile, dall’altro convoglia alti picchi di zucchero nel sangue quasi come i cereali raffinati.

Molte ricerche mediche dimostrano che il consumo di grano potrebbe portare addirittura anche problemi di salute, in particolare modo per quanto riguarda le persone con problemi di intolleranze.

 

4. Muesli

Se il muesli è preparato con ingredienti veri, ovviamente è un alimento sano che contribuisce alla buona salute, ma, nella quasi totalità delle confezioni, c’è lo stesso problema che si riscontra nella maggior parte degli altri cosiddetti “alimenti salutari”. Le problematiche iniziano nel momento in cui i produttori che preparano e confezionano gli alimenti ne fanno produzione di massa, perché gli stessi alimenti vengono modificati fino a ridurre decisamente le proprietà benefiche che contengono naturalmente. Il muesli contiene alcuni ingredienti sani, come l’avena e la frutta secca ma, leggendo l’etichetta sulle confezioni, si scopre che contiene zucchero e semi oleosi di nocciole e mandorle, una combinazione che induce addirittura ad un consumo eccessivo. Si evince dunque che non si tratta di un alimento veramente “sano”.

Ricapitolando: Il muesli è spesso altamente trasformato, contiene zuccheri e olio aggiunto. È molto energetico e può provocare un eccessivo consumo.

 

5. Gli yogurt “magri”

Lo yogurt è quasi universalmente considerato come alimento sano, e in effetti lo sarebbe. Tuttavia, il problema che si pone è il fatto che la maggior parte degli yogurt in vendita nelle grandi distribuzioni è sì yogurt magro, ma spesso altamente elaborato con elementi non sani.

Quindi, anche per gli yogurt, attenti alle etichette!

 

6. Condimenti per insalate commerciali

Le verdure sono universalmente riconosciute come alimento molto sano. Contengono alte concentrazioni di sostanze nutritive, antiossidanti, fibre solubili e molti altri elementi: proprio per tutti questi motivi, le insalate sono di solito molto pasti sani. Tuttavia, a molte persone non piace, o non “basta”, il sapore dolce delle varie verdure, e così aggiungono una serie di condimenti alle stesse. Il problema che si presenta è sempre lo stesso: spesso la maggior parte dei condimenti commerciali è fatta anche con con ingredienti insalubri, come per esempio l’olio di soia e lo sciroppo di fruttosio. Si consiglia perciò di preferire condimenti sani e naturali, come per esempio l’olio extravergine di oliva, l’aceto e alcune altre spezie non modificate.

 

7. Succhi di frutta

Il succo di frutta è considerato alimento sano e nutritivo. Del resto viene estratto dalla frutta, giusto? In effetti, non sempre. Spesso, leggendo le tabelle degli ingredienti apposte sulle confezioni, il “succo di frutta” è in realtà solo frutta aromatizzata con acqua zuccherata. Addirittura, potrebbero esserci quasi solo prodotti chimici che ricreano il sapore della frutta, grandi quantità di zucchero acqua. Anche se fosse possibile avere un succo di frutta “reale”, ricavato al 100% in modo naturale, ci sarebbe il problema del sapore. Come per gli yogurt, spesso le sostanze nutritive vengono tolte in favore di correttori ed additivi. Tutta la frutta contiene quantità, variabili da specie a specie , di zucchero, ma viene “trattenuto” all’interno delle pareti cellulari fibrose, col risultato di, una volta consumato il frutto, rallentarne il rilascio nel sangue. Ma il succo di frutta è diverso: non c’è nessuna fibra, nessuna resistenza che comporti masticazione e nulla che impedisca quando lo si assume il rilascio di enormi quantità di zucchero in una manciata di secondi. Una tazza di succo d’arancia contiene percentuali di zucchero pari se non superiori a due arance intere. Il contenuto di zuccheri del succo di frutta in realtà si avvicina a quello delle tanto vituperate bevande zuccherate come la Coca Cola. La soluzione? è molto semplice: mangiare frutta intera ed evitare i succhi di frutta, se si sta cercando di dimagrire.

 

8. Bibite dietetiche

Una delle cose più semplici ed immediate che la maggior parte delle persone alle prese con una dieta dimagrante fanno è quella di sostituire le bevande gassate e zuccherate con altre definite “dietetiche”: in effetti è un modo efficace e veloce per ridurre sia lo zucchero che la quantità di calorie assunte durante la giornata. Tuttavia, le ricerche mediche non hanno ancora dimostrato che tutto questo porti effettivamente a perdere peso: vari campioni monitorati di persone che hanno sostituito le bevande gassate e zuccherato con quelle dietetiche non hanno giovato di grandi benefici rispetto alle altre. La spiegazione potrebbe stare nel fatto che i dolcificanti artificiali tendono a stimolare l’appetito, in alcune persone: anche se non contengono calorie, possono indurre mangiare quantitativi maggiori di altri alimenti che invece ne contengono. Detto questo, molte persone possono perdere peso bevendo bevande dietetiche al posto di quelle tradizionali, ma probabilmente la cosa si verifica soprattutto perché si modificano anche tutte le altre abitudini alimentari sbagliate. Come per tutto il resto questo dipende dall’individuo. Di per sé, il solo passaggio alla bibite dietetiche non incide sugli effetti delle diete dimagranti e anzi, in certi casi potrebbe anche addirittura peggiorare le cose.

 

9. Alimenti “ecologici” trasformati

I vari cibi cosiddetti “biologici” e integrali sono eccellenti ma, essendo anche loro trasformati, non possono certamente definirsi “bio”. Leggendo attentamente le etichette degli ingredienti, per esempio, di molte di queste barrette chiamate anche “pasto sostitutivo”: certo, contengono per esempio sostanze più sane come lo zucchero di canna al posto dello zucchero normale ma, il problema è che il fegato non si accorge della differenza. In definitiva, lo zucchero biologico produce nel metabolismo gli stessi effetti di quello normale. 

 

 

Ultimo consiglio?

Non seguite diete da soli, ma chiedete sempre un consiglio ad un nutrizionista esperto.

Noi di DCD Tuscolano ne abbiamo diversi, in sede, pronti ad ascoltarvi e a supportarvi nel vostro percorso di dimagrimento.

Veniteci a trovare, vi aspettiamo!

 

Pubblicato in Alimentazione
28 Giugno 2015
Letto 920 volte

Nel periodo estivo la parola d’ordine sulle nostre tavole è una sola: freschezza.

Con l’insalata di gamberetti alla DCD Tuscolano non ci rinuncerete, tutto questo con gusto e leggerezza!

 

 

Ingredienti:

300 grammi gamberetti freschi

100 grammi rucola

100 grammi mais

Sale –pepe

Un cucchiaio olio oliva

Tabasco o salsa worchester

 

Preparazione:

Cominciate lessando gamberetti in abbondante acqua salata.

Una volta lessati, scolateli e attendete che si freddino.  

Uniteli ora alla rucola, precedentemente lavata e leggermente tritata. Aggiungete poi il mais e un goccio di tabasco o salsa worchester a piacere.

Non vi resta che mescolare il tutto, lasciar riposare in frigo  per circa 20 minuti e… Buon appetito!

Pubblicato in Ricette
22 Giugno 2015
Letto 712 volte

Estiva, nutriente e gustosa. L'insalata di Farro alla DCD ci aiuta a portare dentro le nostre case un po' di quel fresco che fuori è davvero difficile da trovare!                    

 

 

Ingredienti:

100 grammi di farro

2 pomodorini pachino o datterini

1 zucchina

4 fagiolini

1 rosetta di cavolfiore

1 carota

Basilico – sale – pepe

1 cucchiaio olio oliva

 

Preparazione:

  • Lessate fagiolini e carota
  • Dopo dieci minuti aggiungere il farro e la zucchina
  • Giunto a cottura il tutto raffreddatelo per qualche minuti
  • Nel frattempo triturate il basilico
  • Unite successivamente il basilico triturato al farro con le verdure
  • Aggiungere olio, sale e pepe
  • Ponete il preparato in frigorifero per mezz’ora circa e...
  • Buon appetito!
Pubblicato in Ricette
5 Giugno 2015
Letto 830 volte

Quando si fa un danno si dice comunemente che è stata fatta una frittata. Noi di DCD Tuscolano vogliamo farvene fare una, ma è tutto tranne che un danno: è un’esplosione di sapore e calorie zero!

Ingredienti:

2 uova

una zucchina

5 fagiolini

Un pomodorino pachino

Tre foglie di basilico

Sale, pepe

3 cucchiaini olio oliva

Preparazione:

Cominciate la vostra frittata lessando la zucchina e i fagiolini. Facendo attenzione a lasciarli leggermente aldente scolateli e tagliateli finemente. Ponete il tutto in una ciotola insieme al pomodorino, basilico, sale e pepe. Ci siete quasi! Basta aggiungere le uova ben sbattute e porre il tutto il una padella antiadente con i tre cucchiaini d’olio e portare a cottura e poi… buon appetito!

Pubblicato in Ricette
3 Maggio 2015
Letto 1221 volte

Bere acqua è importante per la nostra salute e non solo quando il nostro corpo lancia segnali urgenti di sete (solitamente, questo avvertimento arriva quando ormai c’è carenza di liquidi e non prima).

 

Provate a decidere razionalmente di programmare una sorta di dieta dell’acqua: almeno otto bicchieri di acqua distribuiti durante tutto l’arco della giornata.

 

Vi raccontiamo cosa è successo a Ester, una blogger di fattoremamma che ha provato a bere i suoi otto bicchieri di acqua al giorno:

 

"Ammetto che inizialmente è stato uno sforzo enorme, soprattutto ricordarmi di bere spesso, ma so che in generale servono almeno due settimane perché un’abitudine si consolidi, quindi ho mantenuto la determinazione. Ovviamente il primo effetto visibile è stata la necessità più frequente di fare pipì."

 

Ma perché bere di più?

 

I benefici sono molteplici, in quanto spesso siamo carenti di acqua e non il contrario: il nostro corpo necessita di questo elemento come fosse l’olio necessario a ungere bene tutti gli ingranaggi, quindi ogni nostro organo funziona meglio, regalandoci un senso di maggiore benessere.

 

"Quello che ho subito notato è stata una pelle più luminosa e splendente, direi quasi più tonica, nonostante continuassi ad usare la solita crema idratante e mantenessi le stesse abitudini di vita, i segni di espressione (non le rughe eh?) erano meno evidenti e guardandomi allo specchio la mia pelle, che è tendente al secco, risultava maggiormente idratata. Quello che la mia estetista mi ha sempre ripetuto si è verificato: la pelle si idrata soprattutto da dentro e poi esternamente i prodotti cosmetici aiutano a mantenere l’idratazione.

Mi è parso di avere acquisito una maggiore lucidità di pensiero, la mia mente era più fresca e scattante, come fosse più riposata, e non ero in vacanza ma alle prese con i soliti impegni quotidiani, e anche il mio fisico sembrava sopportare maggiormente la fatica. Insomma ero più in forma e sono spariti i frequenti mal di testa.

Una giusta idratazione facilita la digestione e combatte la stitichezza, abbassa la pressione del sangue, aiuta ad eliminare le tossine, contrasta la fatica muscolare, accellera il metabolismo aiutando a perdere peso.

Come cartina di tornasole possiamo utilizzare l’osservazione della nostra pipì: se il suo colore ha tonalità giallo scuro possiamo considerarlo un segnale di disidratazione, mentre se somiglia al colore di una limonata possiamo pensare di stare bevendo a sufficienza".

 

Consigli per bere correttamente durante la giornata

 

  • Per non sbagliare dimenticando quanti bicchieri si sono bevuti è buona regola preparare una bottiglia che ne contenga più o meno 8-9 e portarla sempre con sé, bevendo poco e spesso.
  • E’ importante valutare anche il tipo di alimentazione che seguiamo, perché se particolarmente ricca di frutta e verdurabisogna considerare il loro grande apporto di liquidi e scontare uno o due bicchieri.
  • Sono ottime anche le tisane o le acque aromatizzate, mentre sono da evitare i succhi di frutta o tutte le bevande dolci, proprio per non eccedere nel consumo di zucchero. Ho scoperto da poco l’acqua aromatizzata alla cannella, semplicemente lasciando uno stecco di questa spezia dentro una bottiglia piena d’acqua.
  • Molto utile Hydro Bevi L’acqua un’APP che permette di contare sia quanti bicchieri si sono assunti, sia la quantità di acqua, creando un obiettivo giornaliero che varia in base all’attività fisica, alla situazione climatica, al peso e altezza e soprattutto si attiva un allarme discreto che avvisa quando bere.

 

 

Pubblicato in Alimentazione
2 Febbraio 2015
Letto 1352 volte
Si sente continuamente ripetere dai medici ma anche dalla televisione e dai giornali, che bere acqua fa bene.
Ma come mai è così importante? L’acqua è una componente fondamentale del nostro organismo in cui svolge numerose funzioni come regolare l’equilibrio elettronico, trasportare le sostanze ed eliminare le scorie.
 
Bere acqua fa bene a tutto l’organismo e a tutti gli apparati come il cuore, il sistema nervoso, i reni e la pelle. Aiuta anche a dimagrire ed è indispensabile per gli sportivi.
Ma quanto e quando bisogna bere? Perché in condizioni particolari come per esempio in gravidanza o quando si è anziani è necessario bere più del normale? E soprattuto bere acqua, fa sempre bene, o ci sono casi in cui bere è controindicato e può addirittura far male? Cercheremo di dare una risposta a tutte queste domande, cominciando dal capire le proprietà e le funzioni dell’acqua.
 
Cominciamo ad elencare i benefici dell’acqua:
  • L’acqua elimina scorie e tossine
  • Depura l’organismo
  • Abbassa la pressione
  • Regola l’equilibrio elettrolitico
  • Migliora memoria e apprendimento
  • L’idratazione purifica la pelle
  • Previene l’invecchiamento cutaneo
  • Attenua la cellulite e la ritenzione idrica
 
Quando l'acqua introdotta e formatasi nell'organismo equivale a quella eliminata (urine, sudore, respirazione e traspirazione) l'individuo è in equilibrio idrico.
L'acqua è il nostro costituente fondamentale: nell'organismo umano adulto è presente in una quantità pari al 60% del peso corporeo, mentre alla nascita raggiunge circa il 75%.
 
La pelle è la parte del corpo dove l'acqua è presente in maggior quantità, specialmente negli strati più profondi che sono costituiti dal 70% da acqua.
Bere abbondantemente aiuta a mantenere la pelle ben idratata, giovane ed elastica, soprattutto nei mesi estivi, quando l'esposizione prolungata ai raggi del sole comporta una maggior perdita d'acqua, rendendola più secca.
 
La giusta quantità d'acqua permette al cervello di controllare correttamente i meccanismi di termoregolazione del nostro corpo. La mancanza d’acqua da invece origine a scompensi come:
  • crampi
  • sensazione di spossatezza
  • mancamenti nei casi di disidratazione più gravi. 

 

La presenza dell'acqua è fondamentale nel sangue, non solo perché è il principale elemento del plasma (la componente liquida del sangue), ma anche perché assolve all'importantissima funzione di regolare il volume del sangue e la sua fluidità. Un organismo fortemente disidratato ha il sangue più denso e, di conseguenza, la circolazione rallentata. 
Infine l'acqua all’interno dell'intestino fa volume prevenendo la stipsi.
 
All’organismo è necessaria l’introduzione di due litri di liquidi al giorno, poiché è questa la quantità che viene eliminata quotidianamente attraverso pelle, polmoni, vescica e intestino. 
 
Un rischio da evitare è quello di bere solo quando ne avvertiamo strettamente il bisogno, perché potrebbe essere già troppo tardi. Infatti, il senso di sete è controllato dall'ipotalamo, ma questa ghiandola del cervello non è un indicatore sempre affidabile e a volte può scattare in ritardo. Perciò, bisogna imparare a idratarsi regolarmente durante la giornata, anche quando si crede di non averne bisogno.
 
Non tralasciamo, amici di DCD TUSCOLANO, che l'acqua è determinante anche per il controllo del peso corporeo; persone che bevono poco sono maggiormente esposte al ristagno di tossine oltre ad incentivare la ritenzione idrica. Questa situazione gioca nettamente a sfavore della perdita di peso e del rassodamento dei tessuti.
 
Anche se è l'ultimo degli elementi trattati, è però il più importante: "fast but not least", quindi. Senza cibo possiamo sopravvivere relativamente a lungo (anche 10 settimane), ma senza acqua la nostra vita si spenge in poco tempo, addirittura in due/tre giorni.
Questo perché l'acqua è il componente principale del nostro organi­smo: il nostro corpo infatti è costituito dal 60/70% di acqua, quantità che varia in base all'età, al sesso e alla proporzione tra tessuto muscolare e grasso.
L'acqua va quindi assunta ogni giorno, con dosi che variano da individuo a individuo, dalla stagione, dall'attività fisica svolta e dal tipo di alimentazione. In media comunque si consigliano due litri di liquidi al giorno, sotto forma di varie bevande, ad esclusione dell'alcool che anzi richiede un'ulterio­re quantità di acqua per essere metabolizzato. Oltre che in liquidi come latte, tè, caffè e succhi di frutta l'acqua è contenuta anche in numerosi alimenti, primi tra tutti la frutta e la verdura, il pane, la pasta e la carne che ne assumono anche in cottura.
 
Un consiglio? Imponetevi di bere con regolarità molta acqua ogni giorno, è sicuramente utile agli atleti, a chi soffre di calcoli renali e alle persone anziane e a chi sta seguendo un regime dietetico controllato.
 
Pubblicato in Alimentazione
5 Settembre 2014
Letto 1471 volte

Promozioni

  • 20% di sconto

    Settembre è il mese giusto per cominciare a prenderti cura di te!

    20% di sconto sull’acquisto di un pacchetto da 20 sedute di Electrosculpture!

    Nel mese di Settembre se paghi in un’unica soluzione 4 mesi di mantenimento in regalo (equivalenti a 8 sedute di Electrosculpture)!

    Offerta valida fino al 30/9/2019
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
Chiamaci

per conoscere costi e offerte

riservati a te
06 7696 8250
Lun/Ven 8:30 - 20:00 | Sab 9:00 - 17:00
Dottoressa in sede per un consulto gratuito!
Lun e Mer 14:00 - 19:00 | Ven 9:00 - 19:00
Via Statilio Tauro, 9
00175 Roma
Lun - Ven 8.30 - 20.00
Sab 9.00 - 17.00
info@dcdtuscolano.it
06 7696 8250
06 7140 845
+39 392 515 2973
PARCHEGGIO
CONVENZIONATO
Via Emilio Lepido, 18
Via Tuscolana, 857
FINANZIAMENTI
Fino a 24 mesi

dcd-centriestetici-bn