Ricette

Visualizza articoli per tag: dcdtuscolano

Il tuo corpo è una macchina perfetta e quando qualcosa non va invia segnali specifici che non devi mai sottovalutare. Spesso si tratta di situazioni passeggere e di facile soluzione, altre volte invece i segnali sono indicatori di qualcosa di più “serio” da non sottovalutare. Ecco gli 8 segnali del corpo da prendere sul serio.

 

 

Cerchi scuri sotto gli occhi

 

I cerchi scuri sotto gli occhi possono essere un indicatore di carenza di sonno ( i medici consigliano di riposare almeno 7 ore a notte) ma anche una spia di qualche altra patologia come l’anemia (carenza di globuli rossi). E’ consigliabile fare le analisi di routine e se il problema risulta essere solo il poco sonno prova a rimediare con i sonniferi naturali.

 

 

Cambiamenti di colore sulle dita

 

Cambiamenti di colore sulle dita è un sinonimo abbastanza netto di sbalzi di temperatura che non apportano ossigeno ai vasi sanguigni provocando spasmi. E’ la cosiddetta sindrome di Reynaud da non sottovalutare, 

 

Rumori nello stomaco

Rumori e brontolii dello stomaco, se non passano subito e sono accompagnati da dolore, si consiglia una visita medica per scongiurare problematiche intestinali più gravi.

 

Desquamazione della cute

Hai notato alterazioni della cute con prurito, desquamazioni e macchie? Potrebbe essere il sintomo di una carenza organica di vitamine o di un’infezione micotica. Consultare un dermatologo.

 

Perdita dell’olfatto

E’ una sensazione molto spiacevole quella di non avvertire più profumi e odori. Cosa fare? Potrebbe essere un segno di invecchiamento delle ghiandole olfattive derivanti da un problema al sistema nervoso. Se il sintomo si avverte in età giovane è consigliabile rivolgersi a un medico, in ogni caso potrebbe essere un problema di raffreddore o infezione virale.

 

Contrazioni palpebre

Una contrazione prolungata delle palpebre potrebbe essere un indicatore di problemi neurologici. Se è un disturbo passeggero è legato a lunghi periodi davanti al pc, tamponare con garze in cotone imbevute di acqua fredda

 

Ronzio nelle orecchie

Un fastidioso rumore e ronzio nelle orecchie costante non deve essere sottovalutato, in alcuni casi è una conseguenza di ambienti di lavoro (come treni e macchinari aziendali), altre potrebbe essere un disturbo più serio, una vera e propria malattia da indagare.

 

Pubblicato in Consigli
25 Febbraio 2017
Letto 803 volte

La banana è uno di quei frutti che non manca quasi mai in casa per vari motivi: si trova tutto l’anno, è ricca di sali minerali – soprattutto potassio – e vitamine che le conferiscono indiscusse proprietà benefiche per l’organismo e la salute; infine è facile da sbucciare e mangiare, anche per uno spuntino fuori casa, un aspetto che soprattutto i più pigri non sottovalutano.

 

Purtroppo le banane mano a mano che maturano diventano sempre più scure, di un colore tra il marroncino e il nero e non tutti gradiscono il sapore e la consistenza tipici di questo “stadio finale” di vita della banana. Anche matura e prossima ad essere gettata nel secchio dell’umido la banana racchiude una serie di vantaggi, trasformandosi in ingrediente base per la preparazioni di prodotti per la cura della persona, della casa e del giardino, basta conoscere gli usi alternativi per riutilizzare la polpa e la buccia della banana.

 

1. Scrub e maschera alla banana

La polpa della banana è ricca di sostanze nutritive e idratanti per la pelle e una volta schiacciata (quando è matura è molto più facile) con una consistenza cremosa diventa la base sia per uno scrub per il corpo che per una maschera per il viso. Per lo scrub la polpa di una banana va mescolata con tre cucchiai di zucchero semolato e qualche goccia di estratto di vaniglia (facoltativo un cucchiaino d’olio per rendere il composto più cremoso) da applicare sulla pelle umida con movimenti circolari e poi risciacquato; banana e vaniglia (senza zucchero) possono essere usati come maschera idratante per il viso, avendo cura di evitare il contorno occhi.

Una maschera antirughe si prepara con una piccola banana schiacciata, due cucchiai di panna da montare, un cucchiaio di miele biologico, un cucchiaio di farina d’avena con un po’ d’ acqua o acqua di rose necessaria a rendere il composto cremoso da tenere in posa per 30 minuti sul viso pulito prima di risciacquare.

 

2. Gelato veloce

La banana congelata è il modo più rapido per preparare anche senza gelatiera un dessert gustoso e fresco; basta sbucciare una banana, tagliarla a pezzi o rondelle e surgelarle. All’occorrenza si prendono i pezzetti dal congelatore e si frullano direttamente aggiungendo eventualmente altra frutta o del cacao in polvere.

 

3. Sbiancare i denti

Prendere l’abitudine di sfregare un pezzettino di buccia di banana dalla parte interna sui denti per due minuti prima di lavarli li farà diventare brillanti e bianchi.

 

4. Punture di insetti

In caso di punture di insetti, soprattutto zanzare, per alleviare il fastidioso prurito basta strofinare sulla zona colpita la buccia della banana dalla parte interna.

 

5. Graffi e lividi

Il potassio di cui la banana è ricca aiuta a trattare piccoli graffi, su cui si strofina la buccia dalla parte interna per favorirne la guarigione, e i lividi con un impacco di polpa schiacciata che ne velocizza la scomparsa.

Pubblicato in Alimentazione
25 Febbraio 2017
Letto 517 volte

La depressione post-partum è la stessa depressione che colpisce soggetti comuni, in seguito a traumi o eventi patologici. C’è un’unica differenza nella depressione successiva al parto: la causa scatenante è il neonato!

In genere la depressione post-partum colpisce donne che in passato hanno già sofferto di disturbi depressivi e malinconici, ma non è una regola. La depressione può anche comparire per la prima volta in donne “insospettabili”.

Nei casi di recidiva i medici (ginecologi e psicologi) consigliano una terapia farmacologica preventiva antidepressiva subito dopo la nascita del bambino. Con quali sintomi si presenta la depressione post-partum? Ci sono modi alternativi alla farmacologia per affrontarla? Vediamoli insieme.

 

Sintomi della depressione post-partum

I sintomi della depressione post-partum sono simili alla depressione unipolare con alcune differenze legate alla speciale condizione di essere mamma, che in senso intimo significa “prendersi cura di un altro individuo indifeso”. E’ questa forte responsabilità che nella maggior parte dei casi scatena la depressione femminile manifestandosi con questi sintomi:

 

  • umore sottotono per l’intera giornata senza ragioni motivate
  • calo di interesse per le normali attività quotidiane
  • difficoltà o incapacità di provare piacere e gioia per situazioni di norma stimolanti ed euforiche
  • diminuzione o aumento dell’appetito con conseguenze aumento di peso o perdita ingiustificate da diete e attività sportive
  • insonnia costante
  • sensazione di agitazione o ansia costante
  • senso di affaticamento e stanchezza ingiustificati
  • calo della fiducia in se stessi
  • desiderio di piangere spesso
  • senso di colpa immotivato
  • calo della concentrazione e difficoltà a ricordare cose o eventi (anche importanti)
  • calo del desiderio sessuale
  • forte stress
  • sbalzi d’umore repentino 
  • irritabilità
  • frustrazione
  • pensieri di morte (nei casi limite)
  • problemi fisici che spesso non rispondono neanche a cure farmacologiche
  • mancanza di interesse per la creatura che si è messa al mondo

    Come curare la depressione post-partum? In genere le terapie più usate sono quelle basate sui farmaci (in particolare anti-depressivi). Perchè non provare con rimedi alternativi e meno invasivi per cercare di combattere gli stati depressivi e ricominciare a vivere?. Ecco alcuni consigli per affrontare la quotidianità delle neo-mamme che manifestano i primi sintomi di questo disturbo.

 

4 modi per affrontare la depressione post-partum

La neo-mamma sensibile alla depressione post-partum, non deve essere mai lasciata sola. Marito o compagno, familiari e amici devono fare di tutto per stare accanto alla donna e aiutarla nella quotidianità (cominciando dal donarle immenso affetto). I nostri 4 consigli per superare il momento buio e godersi il proprio bambino con gioia e serenità:

 

  1. organizzazione della giornata: tutte le persone attorno alla neo-mamma devono organizzarsi in modo da farla riposare almeno 7/8 ore e di notte fare i turni per dare da mangiare al piccolo
  2. aiuto giornaliero nell’accudimento del piccolo e nelle faccende domestiche
  3. ambiente sereno: nessuno dovrà far pesare alla neo-mamma la sua condizione temporanea. Mostrarsi gioiosi, calmi e pazienti e magari coinvolgerla in attività ludiche e shopping sfrenato (il metodo antidepressivo per eccellenza, infallibile)
  4. somministrazione di farmaci e aiuto psicologico: entrambi devono essere fatti in maniera giusta e d equa senza eccessi

 

La depressione post-partum, anche se in forma moderata, non deve mai essere trascurata. Sia le neo-mamme che i familiari già ai primi sintomi non devono vergognarsi, ma chiedere subito il parere di uno specialista e essere uniti per combattere questo disagio che nella maggior parte dei casi è solo passeggero. Provate anche con la ginnastica (MammaFit).

 

Con l’aiuto di tutti (medicina, affetti e sostegno morale) la neo-mamma tornerà presto a svolgere il mestiere più bello del mondo e crescere la propria creatura senza timore, ma solo ed esclusivamente con tanto amore.

Pubblicato in Consigli
1 Ottobre 2016
Letto 552 volte

Pensavate che la Coca Cola, bevanda più discussa e consumata al mondo, fosse solo da bere? Sbagliato! Possiamo anzi affermare che la Coca Cola è più efficace in altri usi che come bevanda. Vi abbiamo già parlato degli effetti della Coca Cola sul nostro organismo, quello che non vi avevamo ancora detto è che la bevanda più amata al mondo ha anche degli usi insospettabili ed originali degni di nota. Scopriamo insieme l’efficacia dellaCoca Cola in casa e non solo.

 

Anti-macchia

Panni sporchi con aloni che non vanno via? Niente paura c’è la Coca Cola. La bevanda infatti viene usata per eliminare le macchie impossibili dagli indumenti.

Prima di procedere al lavaggio vero e proprio, consigliamo di far agire un po’ di Coca Cola sulla macchia da trattare (soprattutto macchie di grasso) in modo che abbia il tempo di agire sullo sporco. Successivamente lavare normalmente l’indumento senza più presenza di alcuna macchia.

La Coca Cola è anche un efficace metodo contro i cattivi odori della biancheria e indumenti.

 

Elettrodomestici

Quante volte abbiamo dovuto lavare pentole con fondi bruciati? Di solito usiamo l’aceto oppure l’acqua bollente. La Coca Cola è un valido alleato contro i fondi bruciati di pentole e padelle.

 

Basta far bollire all’interno la Coca Cola. In seguito con l’aiuto di una presina o spazzola per le pulizie è possibile rimuovere le tracce in modo definitivo dalle stoviglie.

 

Anti-calcare

La Coca Cola viene impiegata per eliminare il calcare dai sanitari del bagno. Quante volte con il tempo o per colpa della pigrizia si sono formate incrostazioni nel wc, doccia o bidè. La Coca Cola le rimuove con efficacia grazie alle bollicine dell’acido fosforico.

 

Oggetti come nuovi

Problemi di argenteria opaca e ruggine? La Coca Cola risolverà ogni tipo di problema. Inumidendo un panno di cotone e usando la Coca Cola gli oggetti di argenteria torneranno a risplendere come nuovi.

Con lo stesso procedimento è possibile pulire anche gli oggetti e gioielli in rame, compreso le monete. Il consiglio è di usare la Coca Cola aperta da un po’ di tempo.

 

Ruggine

Le macchie di ruggine eventualmente presenti sul paraurti dell’auto vengono rimosse inumidendole con un panno imbevuto di Coca Coca e poi strofinandole subito dopo con un foglio d’alluminio.

La vostra auto apparirà con carrozzeria e paraurti come fossero nuovi.

 

Alimentatore automobile

Non molto tempo fa, la bevanda è stata impiegata, accompagnata dalle note caramelle alla menta, come carburante per alimentare l’automobile.

Dopo aver letto gli usi improbabili, originali ed efficaci della Coca Cola siete ancora convinti che faccia bene alla vostra salute e al vostro organismo? In ogni caso ricordatevi che l’uso è sempre meglio di un abuso.

 

 

Pubblicato in Consigli
30 Settembre 2016
Letto 597 volte

Le donne sanno che il Lato B è la loro parte del corpo più sensuale, e sanno anche che piace molto agli uomini. Ecco che lottano con la ginnastica e trattamenti per avere i glutei effetto push up. Secondo l’ American Society for Aesthetic Plastic Surgery negli Usa il lifting del sedere ‘brazil butt lift’, è da qualche anno l’intervento di chirurgia estetica più in ascesa. Noi vi proponiamo dei trucchi per averlo sodo, tonico e senza cellulite senza ricorrere al bisturi e alle sue conseguenze negative. Vediamo insieme quali sono.

 

Cause del gluteo basso

Spesso il nostro lato B non ha la forma e la tonicità desiderata non solo per motivi di costituzione fisica ma per ragioni di vita quotidiana.


Quello che vi proponiamo sono dei consigli per tutte le donne che desiderano avere sia un sedere perfetto alla Kim Kardashian, sia per quelle che si ispirano alla bellezza del fondoschiena italiano della Tatangelo.

Le cause che più incidono sul rilassamento di questa zona sono la scarsa attività fisica, l’invecchiamento naturale e l'alimentazione ricca di grassi.


Quando non facciamo attività fisica c’è un rallentamento dell’ossigenazione dei tessuti e un indebolimento dellefasce muscolari di sostegno del gluteo. Anche l’altalenanza di peso (aumento e dimagrimento) contribuiscono al non perfetto lato b.

 

Scolpire e rassodare

 

La costanza nell’ attività fisica è punto fondamentale per avere un lato b da urlo. Gli esercizi possono essere fatti anche a casa se si è pigri per andare in palestra.

La palestra è più indicata perché si abbinano esercizi mirati, come squat e affondi, con un allenamento aerobico, come danza, nuoto e corsa.

Questo permette di bruciare i grassi e ridisegnare il profilo del gluteo.

Per chi è impegnato in ufficio ed è costretto a stare molto tempo seduto può seguire dei consigli per mantenere i glutei in allenamento. 

Preferire le scale all’ ascensorecamminare a piedi con andatura sostenuta per 30 minuti al giorno, approfittare delle pause per fare esercizi sulle gambe sedendosi e rialzandosi stando in piedi.

Ogni volta che facciamo le nostre attività quotidiane non dimenticate un trucco fondamentale: stringere glutei. Farlo sotto la doccia, quando si cucina, quando si fa la spesa  ogni volta che dobbiamo anche rimanere in piedi a sostare per qualche minuto o ora.

 

Pubblicato in Consigli
30 Maggio 2016
Letto 898 volte

Il giorno del vostro matrimonio sarà il più bello della vostra vita ma, insieme a tanta gioia, è possibile anche che porti un po’ di stress.

Per voi qualche piccolo suggerimento da mettere in pratica per alleviare la tensione pre matrimonio.

 


La preoccupazione maggiore del matrimonio, non riguarda tanto la vita a due che si sta per affrontare, ma l’organizzazione del giorno stesso. Il desiderio comune è uno solo: che sia tutto perfetto, dall’abito, al ricevimento, alla chiesa.

Temiamo gli imprevisti dell’ultimo minuto e ci spaventa che qualcosa possa andare storto.


Prima cosa? Rilassiamoci.

Usiamo tecniche di respirazione yoga, beviamo tisane e impariamo a prendere la vita con filosofia. Basta pensare che se qualcosa non sarà perfetto non sarà poi così un dramma. Gli invitati, se ci vogliono davvero bene, sono lì per noi e non per esaminarci!

Soprattutto, non vivete le vostre paure da sole ma condividetele con il partner o con un’amica (necessariamente dotata di un sano senso dell’umorismo!).

 

Stress: i parenti invadenti
Spesso ad aumentare nervosismo e stress, ci si mettono anche amici e famigliari.

Succede delle volte che genitori e parenti si sentano in diritto di metterci di imporre la propria idea.

In questo caso, fate un bel respirone e con calma e gentilezza fategli capire che è il vostro matrimonio (e che il loro c’è già stato).

Quindi rendeteli partecipi, solo a decisioni prese, così non potranno influenzarvi e farvi venire inutili sensi di colpa.

 

Fate una lista
Vi aiuterà a non dimenticare le cose da fare.

Se poi si hanno parenti e amici ben disposti, si possono coinvolgere e delegargli le cose che non necessitano la vostra presenza. Qualche esempio?

La telefonata al ristorante il giorno prima del ricevimento, passare dal fiorista per controllare che sia tutto pronto, e andare a ritirare le fedi. Ovviamente (anche se non è facile) bisogna essere in grado di affidarsi agli altri!

Una pausa per voi, futuri sposi!
Spesso capita che nei mesi che precedono le nozze, i futuri sposi, talmente presi da preparativi, ansie e cose da fare, si dimentichino del perché stanno vivendo tutto quel trambusto; così si perde di vista la voglia di stare insieme.

Per questo motivo, è importante, ogni tanto, tra un preparativo e un altro, concedersi una pausa, stare insieme da fidanzati evitando di parlare del matrimonio!

Una pausa per te stessa


Dal momento che i preparativi per il matrimonio, sono un po’ come una maratona, bisogna prepararsi mentalmente e fisicamente, con gioia e buonumore!
Per prima cosa non dimenticarti mai di te stessa; cerca un passatempo che ti rilassi ti aiuti a sfogare l’ansia: può essere uno sport o un hobby, l’importante è che per quell’ora tu non pensi ad altro! La parola d’ordine è coccolarsi: concediti una pausa con le amiche, un massaggio o un pomeriggio sul divano a leggere un libro.
Impara che la vita non è solo il tuo matrimonio; quindi quando stai con gli altri, ascolta i loro problemi, i loro discorsi, e distogliti dalle tue, a volte inutili, preoccupazioni.

 

Una pausa per te stessa

Roma non è stata costruita in un giorno e vale lo stesso per un fisico invidiabile da sfoggiare il giorno delle vostre nozze.

Per questo Noi di DCD TUSCOLANO abbiamo in mente quello che fa per te: 500 euro in trattamenti estetici in omaggio per tutte le clienti che acquistano una combo diamond. Per maggiori informazioni chiamateci allo 06 76968250.

Pubblicato in Consigli
18 Settembre 2015
Letto 694 volte

Promozioni

  • 20% di sconto

    Settembre è il mese giusto per cominciare a prenderti cura di te!

    20% di sconto sull’acquisto di un pacchetto da 20 sedute di Electrosculpture!

    Nel mese di Settembre se paghi in un’unica soluzione 4 mesi di mantenimento in regalo (equivalenti a 8 sedute di Electrosculpture)!

    Offerta valida fino al 30/9/2019
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
Chiamaci

per conoscere costi e offerte

riservati a te
06 7696 8250
Lun/Ven 8:30 - 20:00 | Sab 9:00 - 17:00
Dottoressa in sede per un consulto gratuito!
Lun e Mer 14:00 - 19:00 | Ven 9:00 - 19:00
Via Statilio Tauro, 9
00175 Roma
Lun - Ven 8.30 - 20.00
Sab 9.00 - 17.00
info@dcdtuscolano.it
06 7696 8250
06 7140 845
+39 392 515 2973
PARCHEGGIO
CONVENZIONATO
Via Emilio Lepido, 18
Via Tuscolana, 857
FINANZIAMENTI
Fino a 24 mesi

dcd-centriestetici-bn