Consigli

Visualizza articoli per tag: consigli

Pantone ha dettato le nuove tendenze per quelli che saranno i colori della moda femminile per la Primavera/Estate 2015. Si punterà a colori più freschi e morbidi, dalle tonalità calde e delicate, che si rifanno al tema minimalista “en plein air” e che prendono spunto dalla natura. Eleganza e charme, infatti, sono le caratteristiche delle 10 nuance indicate da Pantone come must have della bella stagione.

 

1. Marsala
Sensuale e audace, il marsala nuance è la più sofisticata tra quelle scelte da Pantone per la primavera/estate 2015: ispirato al calore del tipico vino liquoroso da cui prende il nome, questo bordeaux dai riflessi rosso-marrone è di un’incredibile e naturale eleganza. Abbinatelo con accessori color oro.

 

2. Scuba Blue
Ispirata alle acque tropicali, questa nuance trasmette un senso di spensieratezza e la voglia di una fuga esotica. Il turchese intenso richiama il luccichio delle pallettes e trasmette una sferzata di energia che fa venir voglia di tuffarsi in acque cristalline. Perfetto per outfit freschi e sbarazzini.

 

3. Lucite Green
Un delicato verde salvia, dall’effetto estremamente rilassante e romantico,  ideale per le bionde e le rosse dalla carnagione eterea in grado di esaltarne il senso di freschezza e leggerezza.

 

4. Classic Blue
Un blu cobalto intenso nella sua variante più semplice, elegante e sempre chic, ideale per chi ricerca un look sicuro e affidabile. Il richiamo delle tonalità del mare, ne fa una nuance ideale per ogni capo di abbigliamento, dal casual della mattina all’abito elegante da sfoggiare al calar del sole.

 

5. Toasted Almond
Un marroncino rosato, delicato e senza tempo, dall’aria romantica e chic. Estremamente versatile, è il colore perfetto da indossare nelle calde giornate di sole.

 

6. Strawberry Ice
Nella Top 10 Pantone per la primavera 2015 non poteva mancare questo rosa corallo rinfrescante e delicato, così morbido e giovanile da essere elegante su qualsiasi capo. Perfetto con una carnagione baciata dal sole è l’ideale per la prossima stagione calda.

 

7. Tangerine
Un arancio pastello energizzante ma delicato, perfetto da indossare se si vuole attirare l’attenzione con eleganza e con un sorriso sbarazzino.

 

8. Custard
Un giallo senape pastello che dona subito a chi la indossa un’aria rilassata e confortevole. Se indossato con accessori come scarpe e borse di una tinta più scura, ne risalterà ancora di più la delicatezza

 

9. Acquamarine
Un azzurro carta da zucchero, fresco e rilassante. Una tonalità eterea dal tocco acquoso, che si abbina perfettamente allo spettro di azzurri e verdi scelti da Pantone per la prossima primavera. Estremamente giovane, trasmette leggerezza e vaporosità.

 

10.Glacier Gray
Grigio argenteo e senza tempo che trasmette un senso di piacevole relax, è un pratico colore neutro abbinabile con qualsiasi altra nuance.

 

 

Pubblicato in Tendenze
26 Febbraio 2015
Letto 1221 volte

Ecco, San Valentino... E ora? Si sa, le donne sono più legate alle simbologia e alle date. L'uomo cerca sempre di cavarsela con un "per me San Valentino è tutto l'anno", ma è un trucco che ormai non funziona più. Insomma, tra tante difficoltà e inquietudini della vita di tutti i giorni perché non celebrarlo quest'attimo di amore "comandato"? Ognuno a modo suo: chi cenetta romantica, chi un mazzo di fiori in ufficio e qualcuno "se la sbriga" con la colazione a letto. Tutto va bene, ma servono anche le parole. Una frase, un messaggio. Su, un po' di poesia. E se l'era tecnologica rende aridi un po' tutti, ecco qualche consiglio. Una lista di messaggi nella quale c'è sicuramente quello che fa al caso vostro, o meglio, del partner a cui volete indirizzare un pensiero d'amore. Basta scegliere il più adatto alla persona amata: questo è l'unico "sforzo" che siete costretti a fare. Messaggi semplici, frasi celebri d'autore, parole di film e canzoni, immagini cartolina e video da condividere. Scorrete e ponderate bene la scelta per fare i vostri auguri nel migliore dei modi. Nessun consiglio, siete solo voi a conoscere il vostro partner. 

 

 

 

FRASI D'AMORE PER SMS E WHATSAPP

- Amarti è facile, confessartelo è difficile, dimenticarti è impossibile!

- Offrirei tutte le ore che mi rimangono da vivere per stare qualche secondo vicino a te!

- Se io fossi un giudice e tu l'accusato, ti condannerei ad amarmi per sempre!

- Amare è saper trattenere le lacrime quando passa davanti a te senza neanche degnarti di uno sguardo!

- Esprimere il mio amore per te a parole sarebbe limitarlo... Preferisco dimostrartelo con i fatti.

- Dall'Amore all'Odio, non c'è che un passo.

- Il tuo amore è l'essenziale: non posso farne a meno neanche per un istante.

- Amore è rivelazione improvvisa: il bacio è sempre una scoperta. 

- Sulle mie ciglia non cade più il sonno, perché il tuo amore sempre lo scaccia.

- Tutto quanto può contenere l'amore si può dire con un bacio.

- Se il tuo bacio avrà l'ardore del sole, la rosa ti donerà tutto il suo profumo. (Proverbio arabo)

- La luna e l'amore, quando non crescono calano. (Proverbio cinese) 

- La fortuna è l'averti incontrato e con un solo sguardo averti desiderato... Hai riempito la mia vita di emozioni, dolce angelo.

- Amor sei per me... come un battere di ali o come aria da respirare. Mi immergo nella tua essenza! Ti Amo

- Ti conosco da una vita e ti amo da sempre. Ogni giorno ti vedo passare ed i miei occhi brillano d'amore, il cuore batte all'impazzata e così ricomincia ogni mattina una bella giornata.

- Amor mio se io vivo è perché tu vivi, se io son felice è perché sei tu che rendi tutto possibile. Ho trovato il mio angolo di Paradiso ed il mio angelo sei tu amore mio!

- Della mia vita fai parte, sei la miglior cosa che si possa aspettare e desiderare. Aver te è il miglior modo di riscattare il mio presente e sperare in un futuro migliore. Mai ti tradirò, dolce amore mio.

- Il mio cuore innamorato cerca i tuoi baci, bramoso di emozioni, sensazioni che solo tu sai far provare. Ti Amo.

- La mia grande fortuna è averti incontrata e almeno una volta amata. Attendo fiducioso un tuo segnale per stringerti e continuarti per sempre ad amare!

- Dovunque andrai il mio sguardo ti seguirà, il mio amore ti cullerà, fino ad accompagnarti fino all'eternità

- Ti stringo in un lungo abbraccio a non volerti più lasciare andare. L'amore che ho per te è struggente come il mare.

- Terrò nel mio cuore il nostro immenso Amore, lo custodirò fin che vita avrò. Ti Amo immensamente.

- Il mio cuore batte all'unisono con il tuo e continuerà a desiderarti ogni giorno di più, finché un giorno forse anche tu lo capirai. Continuerò ad amarti in silenzio.

 - Ogni momento resta indelebile nella mia mente, nel mio cuore. Rendi ogni piccola cosa una grande cosa, ogni momento è un gran momento, ogni emozione non è mai piccola ma grandiosa con te. Ti Amo.

- La felicità l'ho trovata ora che sto con te... ora che ho trovato finalmente la mia Luna, la mia dimensione, la mia strada sarà per sempre la tua strada... la nostra strada.

- Tra le stelle la più bella, la più luminosa... sei un sogno ad occhi aperti Amore mio!

- Del tuo amore mi nutro, sei la mia ispirazione, sei l'amore che ho sempre sognato... atteso... resta per sempre al mio fianco!

- Il cuore mi parla di te, di questo dolce sentimento che tutti chiamano Amore. Lo custodirò in me e lo proteggerò per sempre. Ti Amo

- Corre il mio Amore, conosce la strada del nostro cuore, vuole vivere, vuole essere felice e senza di te tutto questo non lo può più fare! Torna Amore.

- In un secondo il mio sguardo ha incrociato il tuo, se n'è innamorato e da quel giorno solo te ha desiderato... nulla potrà mai distogliere, allontanare o distrarre il nostro Amore. Siamo due anime gemelle... io e te!

- Mi hanno chiesto di scambiarti con il mondo, ma con il tuo sorriso mi regali l'universo.

- L’amore che può darti una donna non è paragonabile a quello di un amico o compagno o qualsia persona è il più bel frutto del mondo; va conquistata e amata e onorata per quello che è dentro non va maltratta toccata ne anche con un fiore e non va disprezzata ma va solo apprezzata.

- Farò della mia anima uno scrigno per la tua anima, del mio cuore una dimora per la tua bellezza, del mio petto un sepolcro per le tue pene. Ti amerò come le praterie amano la primavera, e vivrò in te la vita di un fiore sotto i raggi del sole. Canterò il tuo nome come la valle canta l'eco delle campane; ascolterò il linguaggio della tua anima come la spiaggia ascolta la storia delle onde.

- Sono a scuola e ti penso tutto il mondo non ha senso se mi interroga il prof di italiano gli rispondo che ti amo, in corridoio incontro il bidello gli dico che l'amore e bello. Finalmente esco da scuola e non dico una parola c'e un ragazzo che conosco che vuole prendere il tuo posto non mi importa sai perché? Voglio amare solo te

 

FRASI D'AMORE CELEBRI

- L'amore ristora come il calore del sole dopo la pioggia. (William Shakespeare)

- E' meglio aver amato e perduto che non aver mai amato. (Butler)

- L'amore è composto da un'unica anima che abita due corpi. (Aristotele)

- L'amore vero, è il cammino in due verso la luce di un ideale comune. (J. d'Hormoy)

- Amare qualcuno significa vedere un miracolo invisibile agli altri. (Francois Mauriac)

- Il vero amore non ha mai conosciuto misura. (Properzio)

- Chiunque voglia imparare l'amore, resta sempre uno scolaro (Bernhardi)

- L'amore fa vedere le cose diversamente da come sono. (Friedrich Nietzsche)

- C'è un'unica felicità nella vita: amare ed essere amati. (George Sand)

- L'amore immaturo dice: "Ti amo perché ho bisogno di te". L'amore maturo dice: "Ho bisogno di te, perché ti amo" (Frost)

- Quando si comincia ad amare si comincia a vivere  (Madeleine de Scudéry)

- L'amore è l'unica cosa bella che ci sia nella vita, e noi la sciupiamo pretendendo l'impossibile (De Maupassant)

- Temere l'amore è temere la vita. (B. Russel)

- Quando resistiamo alle passioni, è più per la loro debolezza che per la nostra forza. (La Rochefoucauld)

- Quando si ama la fedeltà non è troppo difficile. (Henry de Montherlant)

- Amare è gioire, mentre crediamo di gioire solo se siamo amati. (Aristotele)

- Amore guarda non con gli occhi ma con l´anima... (Shakespeare)

- Il vero amore è una quiete accesa. (G. Ungaretti)

- Amare è mettere la nostra felicità nella felicità di un altro. (G.W. von Leibnitz)

- Amore è amare non essere amati. (Gibran)

- L'amore è il fiume della vita del mondo. (Henry Ward Beecher)

- L'amore è la poesia dei sensi. (Honoré de Balzac)

- La donna che ama, trova troppo piacere nel sentimento che prova per poter riuscire a fingere. (Stendhal)

- Solo amando possiamo imparare ad amare. (Iris Murdoch)

- L'Amore: offerta di se stessi, nel sì della fedeltà fino all'ultimo respiro (Leo Buscaglia)

- La parola esagerazione non esiste nel vocabolario dell'amore. (Luciano De Crescenzo)

- La gioia non è nelle cose, è in noi. (Richard Wagner)

- Ascolta con il cuore, e capirai. (Pocahontas)

- La vita deve essere fortificata da numerose amicizie. Amare ed essere amati sono le più grandi gioie della vita. (Sydney Smith)

- L'amore è la chiave che apre i cancelli della felicità. (Oliver Wendell Holmes)

- Essere amato è più che essere ricco, perché vuol dire essere felice. (Roy Croft)

- L'amore, nella sua essenza, è fuoco spirituale. (Swedenborg)

-I litigi degli amanti rinnovano l'amore. (Terenzio)

- L'amore è come la fortuna: non gli piace che gli si corra dietro. (Théophile Gautier)

- Un vero amore non sa parlare. (William Shakespeare)

- L'assenza diminuisce le passioni mediocri e aumenta le grandi, come il vento spegne Ie candele e alimenta l'incendio. (François de La Rochefoncauld)

- Uno spettacolo per gli dei la vita di due innamorati. (Wolfgang Goethe)

- L'amore è libero, non è sottomesso mai al destino. (Guillaume Apollinaire)

- L'amore vuole pegni sempre nuovi: crede di non avere ottenuto niente finché c'è qualcosa da ottenere. (Vivant Denon)

- Amor che nella mente mi ragiona cominciò egli a dir si dolcemente che la dolcezza ancor dentro mi suona.  (Dante)

- Amare significa agire ed esaltarsi senza tregua. (Emile Verhaeren)

-  Il bacio si posa sulla fronte di una giovane ragazza, sulla guancia di una mamma, sulla mano di una giovane donna, sul viso di un neoneto, sulle labbra di un'amante. (Flaubert)

- La bocca mi baciò tutto tremante. Galeotto fu il libro e chi lo scrisse: quel giorno più non vi leggemmo avante. (Dante)

- La mente si lascia sempre abbindolare dal cuore. (F. de la Rochefoucauld)

- Non si vive se non il tempo che si ama. (Claude Adrien Helvetius)

- Nello stupendo maggio, quando esplodevano tutte le gemme, proprio allora nel mio cuore è spuntato l'amore. (H.Heine)

- Il mio amore ha due vite per amarti. Per questo t'amo quando non t'amo e per questo t'amo quando t'amo. (Pablo Neruda)

- Ogni giorno ti amo sempre di più..oggi più di ieri e meno di domani...

- Questo amore tutto intero ancora così vivo tutto pieno di sole è tuo, è mio. (Jacques Prévert)

- Perché tu mi oda le mie parole a volte si assottigliano come le orme  dei gabbiani sulle spiagge. (Pablo Neruda)

- Solo da quando amo la vita è bella; solo da quando amo so di vivere. (Theodor Korner)

- Arricchiamoci delle nostre reciproche differenze. (Paul Valery)

 

FRASI D'AMORE TRATTE DAI FILM

- Baciami, stupido  (Kim Novak a Dean Martin in Baciami, stupido)

- C’era un uomo, mi ha trattata davvero male. E’ stato meraviglioso. (Audrey Hepburn parlando di Gregory Peck in Vacanze Romane)

- Io sono meglio della cioccolata. (Debra Winger a Richard Gere in Ufficiale e gentiluomo)

- Sei una fifona, non hai un briciolo di coraggio, neanche quello semplice ed istintivo di riconoscere che a questo mondo ci si innamora! Che si deve appartenere a qualcuno perché questa è la sola maniera di poter essere felici! (George Peppard ad Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany)

- Aprite gli occhi e guardatemi. No, non vi bacerò neanche, benché ne abbiate bisogno. È questo il guaio: dovreste essere baciata, e spesso, e da qualcuno che sa come farlo. (Clark Gable a Vivien Leigh in Via col Vento)  

- Il cuore di una donna è un profondo oceano di segreti. (Kate Winslett a Leonardo di Caprio inTitanic)

- So chi sei, vicino al mio cuore ogni ora sei tu. So chi sei, di tutti i miei sogni il dolce oggetto sei tu. (La Bella addormentata nel bosco)

- Sono una semplice ragazza che sta di fronte a un ragazzo e gli sta chiedendo di amarla… (Julia Roberts a Hugh Grant in Notting Hill)

- Ah, Sabrina, Sabrina… Dove siete stata tutta la mia vita?  (William Holden ad Audrey Hepburn in Sabrina)

- Spesso non è l’aspetto fisico che ci attrae ma i modi di fare di una persona. (Marilyn Monroe)

- L’amore è come il vento, anche se non lo vedo, so che esiste perché lo sento. (Mandy Moore a Shane West in A walk to remember)

- L’amore non potrà mai essere descritto alla maniera del cielo o del mare o di un altro qualsiasi mistero. E’ l’occhio con il quale vediamo, è il trasgressore nel santo, è la luce all’interno del colore. (Mel Gibson in The Million Dollar Hotel)

- La poesia, la bellezza, il romanticismo, l’amore: sono queste le cose che ti tengono in vita. (Robin Williams in L’attimo fuggente)

- Sono innamorato di te. Perdona la brutale dichiarazione, ma… per quanto problematica questa storia possa essere, mi sono innamorato… di te. E non provo questo perché stai per partire, né perché mi piace sentirmi così! Anzi, in realtà non mi piace o non mi piaceva prima che tu parlassi. Non so capire la logica di questa cosa, io so solo… che Ti Amo. È incredibile quante volte lo sto dicendo. (L’amore non va in vacanza)

- Io garantisco che ci saranno tempi duri. Garantisco che a un certo punto uno di noi,o tutti e due,vorremmo farla finita. Ma garantisco anche che se non ti chiedo di essere mio,lo rimpiangerò per tutta la mia vita. Perchè sento nel mio cuore che sei l’unico per me. (Se scappi ti sposo)

- Ho bisogno di dirtelo,e tu mi devi ascoltare. Ti ho amata da quando ti ho conosciuta,ma non ho permesso a me stesso di sentirlo veramente,fino ad oggi. Guardavo sempre avanti,prendevo decisioni per paura. Oggi…oggi grazie a te,a quello che ho imparato da te…ogni scelta che ho compiuto è stata diversa,e la mia vita…la mia vita è completamente cambiata. Ho imparato…che facendo così si vive la vita pienamente. Non ha importanza se ti restano cinque minuti,o cinquant’anni. Samantha,se non fosse stato per oggi,se non fosse stato per te…io non avrei mai conosciuto l’Amore. Quindi grazie di esser stata la persona che mi ha insegnato ad Amare,e ad essere Amato. (If Only)

- Cosa vuol dire amare? Amare per me fu tenere il respiro di Italia nelle braccia e accorgermi che ogni altro rumore si era spento… Sono un medico, so riconoscere le pulsazioni del mio cuore, sempre, anche quando non voglio. Te lo giuro, era di Italia il cuore che batteva dentro di me… (Colazione da Tiffany)

- Colpi di cannone? No, è il mio cuore che batte. (Ingrid Bergman ad Humprey Bogart in Casablanca)

- L’amore è come l’ossigeno! L’amore è una cosa meravigliosa, ci innalza verso il cielo! Tutto quello che ci serve è amore!  (Zsa Zsa Gabor in Moulin Rouge)

- Be’, dimentica il cervello e ascolta il cuore. Io non sento il tuo cuore perché la verità, tesoro, è che non ha senso vivere se manca questo… (Brad Pitt in Vi Presento Joe Black)

- I sogni son desideri chiusi infondo al cuor, nel sogno ci sembran veri e tutto ci parla d’amor. (Cenerentola)

- Adoro il fatto che tu abbia freddo quando fuori ci sono 25 gradi. Adoro il fatto che ci metti un’ora e mezzo per ordinare un panino. Adoro la piccola ruga che ti si forma sul naso quando mi guardi come se fossi matto. Adoro il fatto che dopo aver passato una giornata con te, possa ancora sentire il tuo profumo sui miei vestiti. E adoro il fatto che tu sia l’ultima persona con la quale voglio parlare prima di addormentarmi la notte. Non è che mi senta solo, e non c’entra il fatto che sia Capodanno. Sono venuto qui stasera perché quando ti rendi conto che vuoi passare il resto della tua vita con una persona, vuoi che il resto della tua vita inizi il prima possibile. (Billy Crystall a Meg Ryan in Harry ti presento Sally)

- La candela che splende il doppio del suo splendore, brucia in metà tempo. (Harrison Ford a Sean Young in Blade Runner)

- “Molly ti amo.” – “Idem.” (Patrick Swayze e Demi Moore in Ghost)

- “Sei in ritardo.” – “Sei bellissima.” – “Non sei in ritardo.” (Julia Roberts e Richard Gere in Pretty Woman)

- Bruce: “No. Voglio che sia felice comunque. Qualsiasi cosa comporti. Voglio che trovi qualcuno che la tratti con tutto l’amore che meritava da me. Voglio che incontri un uomo che la veda sempre come io vedo ora attraverso i tuoi occhi.” Dio: “Questa è una preghiera.” (Jim Carrey a Morgan Freeman parlando di Jennifer Aniston in Una settimana da Dio).

FRASI D'AMORE TRATTE DALLE CANZONI

- E ho guardato dentro a un’emozione e ci ho visto dentro tanto Amore che ho capito perché non si comanda al cuore (Vasco Rossi, Senza parole)

- T’infili in un pensiero e non lo molli mai… Qui con la vita non si può mai dire, arrivi quando sembri andata via… (Ligabue, Ti sento)

- Sai, la gente è strana, prima si odia e poi si ama, cambia idea improvvisamente, prima la verità poi mentirà a noi, senza serietà, come fosse niente… sai, la gente è matta, forse è troppo insoddisfatta… segue il mondo ciecamente, quando la moda cambia, lei pure cambia continuamente scioccamente…. (Mia Martini da Almeno tu nell’universo)

- Quanta vita c’è, quanta vita insieme a te, tu che ami e, tu che non lo rinfacci mai. E non smetti mai di mostrarti come sei. Quanta vita c’è, in questa vita insieme a te! (Biagio Antonacci, Iris)

- Le stelle stanno in cielo...e i sogni...non lo so...so solo che son pochi...quelli che s'avverano... (Vasco Rossi, Ridere di te)

- Certe luci non puoi spegnerle (Luciano Ligabue, Urlando contro il cielo)

-Appuntamento preso col destino, mi avevi li proprio vicino vicino. In un secondo la rivoluzione e dopo un attimo era tutto chiaro: è già amore (Alessandra Amoroso, Ti aspetto)

- Come mai, ma chi sarai, per fare questo a me notti intere ad aspettarti, ad aspettare te. Dimmi come mai, ma chi sarai, per farmi stare qui qui seduto in una stanza, pregando per un sì (883,Come mai)

- Pioggia io sarò, per toglierti la sete. E sole salirò, per asciugarti bene. Vento arriverò, per poterti accarezzare. Ma se vuoi, se tu vuoi. Tra fango e neve, fango e neve impazzirò (Negrita, Magnolia)

- Canzone cercala se puoi, dille che non mi perda mai, va’ per le strade e tra la gente, diglielo veramente (Lucio Dalla, Canzone)

- Faccio a pugni con te, poi ti vengo a cercare…benedico e ringrazio …e maledico il mondo com’è…e mi domando perché… ti dovrei chiamare…tutte le volte che passi e ti fermi lontano… lontano da me. Sarà come sarà, se sarà vero, sarà che mi nasconderai la fine del sentiero, però…ti leggo nel pensiero… (Francesco de Gregori, Ti leggo nel pensiero)

- Amarsi un po’ è come bere, più facile è respirare (Lucio Battistia, Amarsi un po’)

- Quando nasce un amore non è mai troppo tardi, scende come un bagliore da una stella che guardi, e di stelle nel cuore ce ne sono miliardi quando nasce un amore. Un amore (Anna Oxa,Quando nasce un amore)

 

 

Pubblicato in Consigli
13 Febbraio 2015
Letto 1612 volte

Bere acqua è importante per la nostra salute e non solo quando il nostro corpo lancia segnali urgenti di sete (solitamente, questo avvertimento arriva quando ormai c’è carenza di liquidi e non prima).

 

Provate a decidere razionalmente di programmare una sorta di dieta dell’acqua: almeno otto bicchieri di acqua distribuiti durante tutto l’arco della giornata.

 

Vi raccontiamo cosa è successo a Ester, una blogger di fattoremamma che ha provato a bere i suoi otto bicchieri di acqua al giorno:

 

"Ammetto che inizialmente è stato uno sforzo enorme, soprattutto ricordarmi di bere spesso, ma so che in generale servono almeno due settimane perché un’abitudine si consolidi, quindi ho mantenuto la determinazione. Ovviamente il primo effetto visibile è stata la necessità più frequente di fare pipì."

 

Ma perché bere di più?

 

I benefici sono molteplici, in quanto spesso siamo carenti di acqua e non il contrario: il nostro corpo necessita di questo elemento come fosse l’olio necessario a ungere bene tutti gli ingranaggi, quindi ogni nostro organo funziona meglio, regalandoci un senso di maggiore benessere.

 

"Quello che ho subito notato è stata una pelle più luminosa e splendente, direi quasi più tonica, nonostante continuassi ad usare la solita crema idratante e mantenessi le stesse abitudini di vita, i segni di espressione (non le rughe eh?) erano meno evidenti e guardandomi allo specchio la mia pelle, che è tendente al secco, risultava maggiormente idratata. Quello che la mia estetista mi ha sempre ripetuto si è verificato: la pelle si idrata soprattutto da dentro e poi esternamente i prodotti cosmetici aiutano a mantenere l’idratazione.

Mi è parso di avere acquisito una maggiore lucidità di pensiero, la mia mente era più fresca e scattante, come fosse più riposata, e non ero in vacanza ma alle prese con i soliti impegni quotidiani, e anche il mio fisico sembrava sopportare maggiormente la fatica. Insomma ero più in forma e sono spariti i frequenti mal di testa.

Una giusta idratazione facilita la digestione e combatte la stitichezza, abbassa la pressione del sangue, aiuta ad eliminare le tossine, contrasta la fatica muscolare, accellera il metabolismo aiutando a perdere peso.

Come cartina di tornasole possiamo utilizzare l’osservazione della nostra pipì: se il suo colore ha tonalità giallo scuro possiamo considerarlo un segnale di disidratazione, mentre se somiglia al colore di una limonata possiamo pensare di stare bevendo a sufficienza".

 

Consigli per bere correttamente durante la giornata

 

  • Per non sbagliare dimenticando quanti bicchieri si sono bevuti è buona regola preparare una bottiglia che ne contenga più o meno 8-9 e portarla sempre con sé, bevendo poco e spesso.
  • E’ importante valutare anche il tipo di alimentazione che seguiamo, perché se particolarmente ricca di frutta e verdurabisogna considerare il loro grande apporto di liquidi e scontare uno o due bicchieri.
  • Sono ottime anche le tisane o le acque aromatizzate, mentre sono da evitare i succhi di frutta o tutte le bevande dolci, proprio per non eccedere nel consumo di zucchero. Ho scoperto da poco l’acqua aromatizzata alla cannella, semplicemente lasciando uno stecco di questa spezia dentro una bottiglia piena d’acqua.
  • Molto utile Hydro Bevi L’acqua un’APP che permette di contare sia quanti bicchieri si sono assunti, sia la quantità di acqua, creando un obiettivo giornaliero che varia in base all’attività fisica, alla situazione climatica, al peso e altezza e soprattutto si attiva un allarme discreto che avvisa quando bere.

 

 

Pubblicato in Alimentazione
2 Febbraio 2015
Letto 1362 volte

Può succedere che ci venga un attacco di fame, nonostante ci siamo appena alzati dalla tavola. Altre

volte, ci avventiamo sull'ultimo pacchetto di patatine in dispensa neanche fossimo a digiuno da tre mesi. Perché sentiamo la fame, nonostante abbiamo mangiato? Vi raccondiamo dieci motivi per cui accade e, cominciamo a dire, che non è sempre colpa delle nostre cattive abitudini.

 

 

In Italia il 32% degli adulti è sovrappeso, mentre l'11% è obeso. Della causa più comune ne abbiamo già parlato insieme: mangiamo più cibo di quanto il nostro organismo necessita, e siamo tutti consapevoli di farlo: chi non sgranocchia le patatine durante una maratona del reality preferito in tv oppure non sa dire di no alla seconda porzione delle lasagne fatte in casa della mamma, nonostante siamo già sazi? Ma noia e indulgenza verso i peccati di gola a parte, per quale altro motivo stiamo pensando (e preparandoci) a un altro spuntino quando ci dovremmo già sentire pieni? In alcuni casi, la colpa è dell'abitudine, mentre altri meccanismi hanno più a che fare con dei segnali che il nostro corpo ci invia.Ecco i 10 più frequenti, suggeriti anche dal sito Woman's Day, che ci portano a eccedere con il cibo e le soluzioni per evitare queste trappole. 

1. Non hai dormito abbastanza la notte scorsa
La mancanza di riposo stimola due meccanismi che inducono alla fame: la carenza di energia, a cui la reazione naturale del nostro organismo è quella di nutrirsi, e la confusione dell'ormone dell'appetito. “Quando i nostri corpi sono stanchi, i livelli di leptina - l'ormone che controlla l'appetito - si abbassa, mentre i livelli di grelina - un ormone prodotto dallo stomaco che lo stimola, invece - aumentano”, spiega il portavoce dell'American Dietetic Association Karen Ansel. “Farsi le otto ore di sonno raccomandate a notte è la cosa più semplice per prevenire l'introduzione incontrollata di cibo nell'organismo”. Se non si riesce a rispettare questa regola, si può compensare scegliendo alimenti sani - come frutta fresca, carboidrati complessi e proteine magre - per sentirsi sazi, ma con soddisfazione. 

2. Stai assumendo un farmaco che come effetto collaterale ha l'aumento dell'appetito
Se vi siete sentiti famelici l'ultima volta che stavate prendendo un antibiotico per domare una reazione allergica, un'infiammazione delle articolazioni, l'acne o un brutto raffreddore, la colpa può essere del medicinale. “I farmaci che contengono steroidi poco potenti, come il prednisone, un corticosteroide, possono indurre questo effetto”, dice Milton Stokes, nutrizionista e dietista. “Se avete già mangiato un pasto normale, cercate di ignorare la fame indotta dal farmaco”. Per placarla, basta stimolare la salivazione, mangiando una gomma da masticare, sorseggiare un caffè caldo o lavarsi i denti. Se la terapia steroidea è a lungo termine, bisogna consultare un dietista per elaborare un piano alimentare adeguato durante il trattamento. 

3. Se hai sete o sei disidratato
I sintomi della disidratazione (sonnolenza, fiacchezza) sono strettamente correlati a quelli della fame, quindi possono portare il vostro corpo a pensare che avete bisogno di cibo per aumentare il livello di energia. Quando avete sete, la bocca diventa secca, un sintomo che mangiare può temporaneamente placare. Per evitare di introdurre calorie inutilmente, basta bere un bicchiere d'acqua o una tazza di tisana prima di mangiare e attendere che i segnali della fame smettano (circa 10 minuti). 

4. È il modo di stare a tavola
Siamo esseri abitudinari, perciò tendiamo a mangiare con il pilota automatico. Mentre una certa regolarità è caldeggiata, di modo da non arrivare al pasto successivo eccessivamente affamati, cosa che potrebbe portare ad abbuffate, è anche importante ascoltare i segnali della fame. “La prossima volta che vi sedete a mangiare, chiedetevi: 'Sono davvero affamato?'. Se la risposta è 'no', o mangiate una porzione più piccola oppure rimandate il pasto di un'ora, non di più, però”, suggerisce Ansel. Questo vale anche per le situazioni che associamo al cibo, come volare. “Siamo stati condizionati che un viaggio aereo corrisponda per forza al mangiare”, dice Ansel. La soluzione? “Prestare attenzione ai tempi”, raccomanda Lona Sandon, assistente alla cattedra di scienze della nutrizione presso l'Università del Texas Sudoccidentale. “Ovvero sapere quanto durerà il volo e pianificare i pasti che coincidono con esso”. Inoltre, approfittate dei free drink a bordo per combattere la fame causata dal senso di disidratazione che gli spazi chiusi comportano. 

5. Ti sei allenato
Siamo abituati a nutrirci dopo l'esercizio fisico. E dopo una sessione di allenamento particolarmente faticosa, come una lezione di spinning o una partita di calcio, si tende a sentirsi affamati. Ma questo non significa che il corpo ha bisogno di calorie, solo di uno specifico tipo di alimentazione: per esempio, pollo arrosto o altre carni magre, riso o altri cereali integrali, per aiutare il corpo a recuperare più velocemente e respingere la fame più a lungo. 

6. Non passa molto tempo tra un pasto e l'altro
Avete appena finito il pranzo, che dopo un quarto d'ora vi trovate a dire: “Perché io ho ancora fame?”. Prima di pensare che non abbiate mangiato abbastanza, considerate che forse avete mangiato troppo in fretta. “Gli ormoni dell'appetito hanno bisogno di tempo per dire al cervello che siete pieni. Quindi, per evitare i morsi della fame post-pasto, appuntantevi questi trucchi: mangiate lentamente, posando la forchetta tra un boccone e l'altro; scegliete pietanze saporite, che vi lascino soddisfatti e includete una combinazione di grassi, proteine e carboidrati in ogni pasto. Se avete ancora fame, provate a succhiare una caramella alla menta o una gomma da masticare per scongiurare le voglie. 

7. Le donne intorno a voi stanno mangiando
Uno studio congiunto della Duke University e dell'Arizona State University ha scoperto che le donne tendono a rispecchiare le abitudini alimentari delle altre donne. Per evitare tutto questo, un buon modo è prendersi un minuto per rivalutare le proprie abitudini alimentari, oppure lasciare la 'scena del crimine' fin tanto che le altre non avranno finito di mangiare. Un metodo più definitivo per non sbagliare? Essere l'esempio sano per le tue amiche: i loro girovita vi ringrazieranno! 

8. Hai bevuto alcol
È stato a lungo sospettato che l'alcol contribuisca a un aumento dell'appetito. Anche se i meccanismi sono tuttora non del tutto conosciuti, un'ipotesi comune è che esso renda il cibo più appetibile. Quello che è certo è che l'alcol inibisce riflessi e difese ed è dannoso per coloro che non lo accompagnano con del cibo. Quindi, sempre mangiare prima di ordinare un bicchiere di vino, di birra o un cocktail. Per evitare di eccedere con il cibo l'indomani, soprattutto dopo una notte di pesanti bevute, assicuratevi di bere molta acqua per reintegrare i liquidi del corpo disidratato. 

9. Vedi o senti odore di cibo
“Abbiamo la tendenza a mangiare prima con i cinque sensi che con lo stomaco”, dice Ansel. Quando sentiamo l'odore o vediamo del cibo, anche se è in una foto, in pubblicità o in tv, ecco che arriva l'acquolina in bocca, che stimola l'appetito. La soluzione è una sola: “Lontano dagli occhi, lontano dal cuore”. Lasciate la stanza dove qualcun altro sta cucinando, nascondete il barattolo di Nutella, spegnete la TV e il desiderio di mangiare probabilmente diminuirà o scomparirà. 

10. Sei stressato
“Gli studi dimostrano che quando le persone sono molto stressate, sono più propense a rifugiarsi nei cibi ad alto contenuto di grassi, come quelli salati o zuccherati”, dice Sandon. “Questi alimenti sono sia confortanti che molto sapidi”. Ma non è tutto: “L'aumento del livello degli ormoni dello stress, come il cortisolo e l'insulina, possono innescare l'appetito”. In ogni caso, il controllo dell'appetito è tutta questione di volontà: prima di raggiungere la vaschetta del gelato in freezer, provate a contare fino a dieci, a respirare profondamente e a pensare a qualcosa dal sapore sgradevole: funziona.

Pubblicato in Alimentazione
21 Gennaio 2015
Letto 1254 volte

Vi ricordate quando da piccoli non ci interessava niente di obiettivi importanti, traguardi imperdibili, perfezione, o di quale fosse il regalo giusto da fare.? Ora quella magia è finita tra bollette e contratti di lavoro precari, i litigi con i parenti, sacrifici per i figli, compromessi con il partner.

Eppure , infondo, ci sentiamo sempre le stesse: la voglia di sorridere e di emozionarsi è sempre la quella per non parlare di quanto ci va stare bene sentirci ispirate o con le farfalle nello stomaco per una sorpresa da nulla.

 

E allora lasciamoci un po' andare: non avremo i soldi per un Natale in un'isola tropicale, ma che importa? Godiamoci le luci di questo periodo, le notti fredde e buie, le serate al calduccio in casa per fare un po' di più ciò che amiamo, preoccuparci meno delle pulizie perfette o il menu.  Fermiamoci  un attimo: non servono acquisti, regali, inviti ma semplicemente iniziare a lasciar spazio a noi stessi, sorriderdendo di più percciò che ci circonda.

 

CIAO CIAO PERFEZIONE!

 

La fine dell'annoè un buon momento per farei conti con se stessi, si sa.

Prima cosa da fare? Lasciarsi alle spalle quella tendenza perfezionista che spesso rovina i momenti più belli con l'ansia della prestazione: la famiglia, così come la buona riuscita di una cena o i conti da pagare, non si reggono tutti sulle tue spalle. Accetta che laresponsabilità è una questione con cui ognuno deve venire a patti e imparare.

Scrivi una lista, non dei tuoi difetti o di ciò che vorresti diverso in te, ma chiediti: cosa rende la mia vita peggiore? E medita sulle risposte che darai:trasformareè possibile quando sei consapevole e accetti diimpegnarti.

 

LA MAGIA DEL FAI DA TE

 

Gli addobbi natalizi? Alcuni sono gli stessi, da conservare con amore in uno scatolone eritrovare con gioia. Aggiungi nuove decorazioni fai da te: puoi cogliere l'occasione del tempo delle feste per cimentarti con biscotti e cartoncino, vernice e colori. Ritrova lavena creativae sperimenta passioni inedite, potrebbero essere la fonte d'ispirazione per unhobbyda scoprire... o riscoprire.

 

REGALI FATTI CON AMORE

 

Sei brava a cucinare? Prepara tanti gustosi piatti da regalare come dono per le feste: chi li riceverà ne sarà golosamente estasiato.

Invece di pensare ai regali o all'organizzazione perfetta di casa, questo Natale cosa ne dici di donare te stessa?

Sì, te stessa: a tua mamma che deve appendere le tende, a tuo figlio che desidera sempre disegnare con te, o l'amica che aveva bisogno di un aiuto: mettere a disposizione delle persone a cui vuoi bene le tue risorsee qualche attimo del tuo tempo sarà come un balsamo per il cuore dell'altro, ma anche il tuo. Persino un trasloco, tra chiacchiere e risate, ha un altro sapore.

 

MENU ANTISTRESS DELLE FESTE

 

Per risparmiare fai la spesa in posti diversi, in modo da acquistare i prodotti a un prezzo minore: non arrivare all'ultimo momento, ma parti in anticipo in modo da evitare le code lunghissime e snervanti. Crea un menu per i giorni di festa simpatico e leggero: con poca spesa potrai servire antipasto, due assaggi di un primo piatto e un secondo gustoso. La frutta fresca e secca, da lasciare in una grande ciotola, sarà un delizioso spuntino da gustare con gli ospiti. Evita i cibi pronti, più gustosi e prova a mettere tu le mani in pasta.

Non esagerare: considera quantità moderatee gioca con gli invitati: ognuno, se lo desidera, potrà portare un piatto che ama. Inizia a considerare la cucina un piacere, non un tour de force!

 

PARTIRE... A NATALE

 

Chi ha detto che esistono solo le isole tropicali o le montagne innevate? Viaggiare è scoprire un nuovo sguardo, perdersi tra strade e sapori, lasciar lavorare l'immaginazione.

Durante le festività puoi utilizzare alcuni pomeriggi liberi per scoprire un posto vicino a te, da sola o in famiglia, o andare a trovare un'amica che abita in un'altra città.

Puoi trovare occasioni interessanti prenotando un'offerta in treno oppure cogliere al volo un regionale di passaggio: in Italia esistono luoghi splendidi da conoscere a pochi passi da noi.

 

NATALE SUL WEB

 

La rete può essere molto utile per scoprire oggetti a prezzi inferiori, occasioni di viaggi e di regalo.

Fai un giro per il web e se non sei esperta scatena un tam tam di amiche: potete ritrovarvi per una merenda insieme e aiutarvi reciprocamentea fare shopping online e dare la caccia ai regali per i bambini. Chissà che non troviate anche un'idea week end o un pacchetto alle terme per una piccola fuga dalla quotidianità.

 

REGALI? QUELLO GIUSTO NON HA PREZZO

 

Esistono doni capaci di scatenare un sorriso di meraviglia: arrivano da chi ci ha osservato con attenzione, ha scelto con il cuore, non ha tenuto come parametro il logo o il prezzo mala sostanzaalla base. Quando scegli un regalo procedi così: deve farti pensare alla persona che lo riceverà.

Non limitarti agli oggetti o alle cose utili: regala un pomeriggio per un'attività nuova, un'esperienza da condividere, un momento. Ciò di cui abbiamo davvero bisogno è tempo da vivere insieme.

 

NATALE IN FAMIGLIA... SENZA STRESS!

 

Il carattere di certo non cambia a Natale: questo vale per ognuno di noi.

Se le feste spesso sono viste (e pubblicizzate!) come un momento di riunione familiare, perché non iniziare a farlo consincerità totale? Organizza dei momenti in cui passare del tempo con i familiari, senza pretendere (come ogni anno?) che tua suocera o tua madre nel frattempo si siano improvvisamente trasformate. Prendi in considerazione anchele tue emozioni... e declina, con ferma gentilezza, tutto ciò che non senti affine a te. Scegli di trascorrere la giornata di Natale con chi desideri veramente: se spiegata nel giusto modo, con un pizzico di diplomazia, ogni scelta sarà accettata. Ma deve essere compresa e accettata da te per prima: se ognuno di noi scegliesse di fare ciò che veramente sente nel suo cuore accadrebbero certamente meno litigi.

 

NON SPRECARE!

 

La carta per impacchettare? Fogli di giornali e riviste per i bambini, che amano lafesta gioiosacon cui si scartano i pacchetti. Per gli adulti privilegia un sacco in juta o una tela, riutilizzabile e green.

Calcola le giuste quantità di cibo, ottima strategia per la linea ma anche per il borsellino. Non puntare a regali costosi e ricorda che il vero amore per l'altro è l'attenzione con cui siamo attenti a vedere qualcosa da niente ma prezioso per lui. Crea un'atmosfera calda, condividendo la tua casa con famiglia e amici, conoscenti e tutti coloro che portano nella tua ispirazione. Lascia spazio a te stessa: alle emozioni, forti e belle, così come tristi e dolorose. Ricorda chi non c'è più con tante luci: accendi candele e lanterne, porteranno un'ondata di allegria. Usa il nuovo anno per esprimere un desiderio da realizzare: non ne serve uno importante, ma semplimente quello che ti fa sorridere.

 

Buon 2015 da DCD TUSCOLANO!

Pubblicato in Consigli
21 Dicembre 2014
Letto 4130 volte

La sindrome premestruale molte di noi la conoscono bene. Inutile è minimizzare in quanto è stata ufficialmente riconosciuta come vera e propria patologia, spesso addirittura invalidante nella routine quotidiana.

Fino a qualche anno fa, i giorni precedenti alle mestruazioni venivano indicati(soprattutto dalla popolazione maschile) come momenti di pseudo-isteria al femminile. Oggi, invece, irritabilità e depressione sono solo alcuni sintomi di una sindrome ben definibile dal punto di vista medico e scientifico.

Di norma, la sindrome premestruale inizia circa 7-10 giorni prima della comparsa del ciclo ed è facilmente riconoscibile da chi ne soffre: seno dolente, gonfiori,  sbalzi d'umore, emicrania, ritenzione idrica, stipsi, acne, voglia improvvisa di dolci, insonnia e nei casi più gravi veri propri attacchi di panico.

 

Nervose? La colpa è degli estrogeni.

 

Più che la componente fisica, spesso è quella emotiva a diventare invalidante nei giorni che precedono le mestruazioni. Improvvisamente, infatti, la visione del quotidiano volge al nero e minaccia la serenità nelle relazioni con gli altri: che siano colleghi, amici, fidanzati o mariti poco importa.

I nervi sembrano salire a fior di pelle e ogni cosa fa sussultare o scatena lacrime e urla. E tutto ciò colpisce anche le donne che negli altri giorni del mese conducono una vita tranquilla, felice e rilassata.

La colpa è tutta degli ormoni: innalzamento improvviso di estrogeni e prolattina (responsabili del gonfiore diffuso) e diminuzione brusca di dopamina e serotonina (calo del tono dell'umore e comparsa di irritabilità).

Un ruolo fondamentale, riguardo a componente emotiva e crampi, è ricoperto anche dalla carenza di magnesio. Potrete integrare

 

 

Merendine vietate, sì al cioccolato extra-dark

 

L’improvvisa e ingestibile voglia di dolci e carboidrati semplici (zuccheri, pasta, pane) è un altro sintomo tipoco della sindrome premestruale.

Di causa sempre ormonale unita ad un calo fisiologico di vitamine del gruppo B porta un ulteriore aumento di gonfiore e ritenzione idrica.

Si può soddisfare questa esigenza in modo sano e funzionale al recupero di un umore gestibile. Come? Con il cioccolato extra-fondente per esempio.

Il cacao è da molti sconsigliato in fase premestruale ma è altrettanto vero che poi, togliendo il cioccolato, ci si butta inevitabilmente su merendine & Co.

Quindi,  via libera al cioccolato e occhio a sceglierlo bene: la percentuale di cacao deve essere superiore al 70 %! Il cacao solleva istantaneamente l'umore, ristabilendo i giusti livelli di serotonina.

 

Merenda? Con la frutta secca!

 

Molte donne che solitamente non fanno merenda o spuntini possono avvertire il desiderio di fermarsi e concedersi uno snack spezzafame.

Vi ricordiamo che, voglie a parte, la pausa-merenda è spesso consigliata da molti nutrizionisti e dietologi: un break a metà mattina e uno a metà pomeriggio favoriscono il recupero dell'energia psicofisica e diminuiscono gli attacchi di fame ai pasti principali.

Uno degli snack consigliati nei giorni prima del ciclo, e durante le mestruazioni, è la frutta secca.

Le mandorle, in particolare, sono ricchissime di magnesio e aiutano sia ad attenuare i crampi sia a rilassare il sistema nervoso. Ne bastano 8-10 come spuntino, magari accompagnate da un bel bicchiere di latte. Il latte, infatti, rilascia triptofano: questa sostanza favorisce relax e calma.

Nella scelta delle mandorle, un consiglio è quello di orientarsi sulla frutta secca senza guscio ma non privata della pellicina. La pellicola che ricopre la mandorla, infatti, è ricca di fibre e aiuta a risolvere il problema della stipsi.

 

Cereali integrali e verdura

 

 

Quando si sentono arrivare i primi segnali di sindrome premestruale, è necessario dare immediatamente una aggiustatina alla dieta. Bastano pochi accorgimenti, infatti, per intervenire e ridurre sul nascere i fastidiosi gonfiori pre-ciclo ad addome e arti inferiori.

Prima mossa: eliminare o diminuire il sale. Un eccesso di sale non fa che acutizzare ulteriormente ritenzione e cellulite, con ripercussioni negative anche sull'umore (già decisamente a rischio). Il trucco per insaporire i cibi senza usare il sale, è quello di ricorrere alle erbe aromatiche. Oltretutto, rosmarino e affini (come timo e maggiorana) hanno anche un potere purificante e lievemente diuretico.

Secondo step: sostituire pane e pasta bianchi con le loro versioni integrali. Il gusto resta intatto, ma si fan pieno di fibre a basso indice glicemico: il peso rimane sotto controllo e l'intestino lavora bene (pancia meno gonfia).

Terza strategia vincente: aumentare l'apporto di verdura. Infatti, soprattutto la verdura a foglia verde (ricca di clorofilla) ha un'azione depurativa molto forte e quindi interviene attivamente nel ridurre i gonfiori addominali e la cellulite.

 

Un sorso di tranquillità fumante

 

 

Nei giorni che precedono il ciclo, è importante aumentare l'apporto idrico sia per contrastare il ristagno dei liquidi (cellulite) sia per mantenere l'umore in equilibrio: infatti, la disidratazione provoca anche problemi a livello psicofisico.

Cosa bere? Acqua naturale, in quantità. L'ideale è scegliere, in periodo premestruale e durante le mestruazioni, un'acqua oligominerale a basso contenuto di sodio. Queste acque leggere aiutano a smaltire i liquidi in eccesso e prevengono gonfiore alle gambe e cellulite.

Insieme all'acqua, poi, sono molto consigliate tisane rilassanti come gli infusi a base di camomilla (antispastica), melissa (panacea per l'umore), lavanda (conciliatrice del sonno) e salvia (efficace contro i crampi addominali).

Le tisane non andrebbero zuccherate o, al massimo, dolcificate con un po' di miele se sono eccessivamente amare. Per quanto riguarda la camomilla, è meglio scegliere miscele che contengano i fiori interi della pianta: un salto in erboristeria per una tisana ad hoc può essere un'ottima idea.

 

Un frutto per regolarizzarsi

 

Si sente sempre più parlare di agnocasto come di un valido alleato per la salute della donna. Infatti, questo frutto maturo essiccato (della pianta arbustiva delle Verbenaceae) ha un'azione molto potente sugli ormoni.

In particolare, l'agnocasto va ad agire sull'ipofisi e aumenta la produzione di dopamina (conseguentemente anche quella di serotonina, per il buon umore) diminuendo invece il rilascio di prolattina (responsabile di seno dolente, aumento di peso e gonfiori diffusi). L'agnocasto andrebbe assunto come fitocomplesso, dietro consiglio del medico di famiglia o del ginecologo.

Un ulteriore beneficio apportato da questo estratto vegetale è la regolarizzazione di ciclo ovulatorio e mestruazioni, soprattutto nei periodi di stress psicofisico e dopo la sospensione della pillola anticoncezionale.

Pubblicato in Consigli
4 Dicembre 2014
Letto 1833 volte

Noi di DCD Tuscolano ci teniamo alla linea, ma questo non vuol dire che non siamo amanti della buona cucina!

C’è una cosa che i nostri piatti dietetici e quelli ipercalorici hanno in comune: cucinandoli è matematico, la cucina può sporcarsi.

Certo, una cucina pulita dopo la preparazione dei pasti forse non è possibile, ma con qualche piccola strategia ti insegneremo a limitare lo sporco.

 

Ci sono piccoli trucchi che ti permetteranno di cucinare senza sporcare troppo e se ripetuti nel tempo ti risulteranno facili da seguire. 

 

Oltre a risparmiare tempo, una cucina pulita ti permette di cucinare in un ambiente più piacevole da vivere. Inoltre minimizzare lo sporco evita la proliferazione batterica dovuta ai residui di cibo e agli schizzi di olio o di sugo e infine ti permette di usare meno detergenti (e meno aggressivi) per le pulizie, un vantaggio per l’ambiente e per la salute.

 

Pronte quindi a seguire i nostri consigli e mettivi ai fornelli a cuor leggero?

 

1. Se si usano pentole più grandi del necessario, senza riempirle fino all’orlo, è già una buona garanzia di un piano cottura più pulito. Così facendo potra evitare la fuoriuscita di acqua di cottura che incrosta la cucina e rende più difficile pulirla. Inoltre è sempre  bene appoggiare i coperchi sul pugno cucina dalla parte pulita, quindi rovesciati.

 

2- Un accessorio davvero furbo per limitare lo sporco in cucina è il paraschizzi: un “coperchio” fatto di una sottile rete metallica. Non copre il cibo come farebbe un normale coperchio ma evita gli schizzi di unto ovunque, soprattutto durante la frittura. In alternativa c’è un metodo più casalingo: si mette il coperchio sulla pentola con un cucchiaio di legno di traverso, in modo da far uscire il vapore di cottura. Attenzione però alle fiamme troppo alte che potrebbero annerire il cucchiaio!

 

3- I classici poggiamestoli sono molto graziosi ma non assolvono a pieno il loro compito, permettendo ai vari utensili di sgocciolare sul piano cucina. Se invece tieni un grande piatto o un tagliere accanto ai fornelli eviterai le macchie di cibo e potrai appoggiare tutti gli utensili che ti servono.

 

4- Quando si cucina, si sa, si usano un numero imprecisato di piatti, utensili, posate ecc... il rischio è quello di accumularli qua e là in disordine nella fretta di cucinare. Il risultato può essere davvero una cucina piena di caos che richiede molto tempo per la pulizia. Se invece ti abitui a mettere subito in lavastoviglie ciò che usi o a lavare immediatamente un coltello appena usato (che è così subito pronto all'uso successivo) la cucina rimane molto più in ordine e facile da ripulire.

 

5- Un'operazione che sporca notevolemente la cucina è buttare gli scarti delle verdure che si lavano o di altri cibi man mano che si producono i rifiuti. Il rischio è di aprire continuamente la pattumiera sgocciolando con le mani umide o sporche di residui di carne o pesce. Meglio tenere accanto al lavello una ciotola o un piatto fondo dove accumulare il tutto e buttare i residui solo alla fine della preparazione del pasto.

 

 

Pubblicato in Consigli
23 Ottobre 2014
Letto 8977 volte

Succede delle volte. Dopo una bella dormita può succedere delle volte di ritrovarsi al risveglio con le stesse occhiaie di quando si fanno le ore piccole. Le domande che a cui vogliamo dare una risposta oggi, amici di DCD Tuscolano, nascono proprio da qui: “Perché succede una cosa del genere?” ma soprattutto “come posso eliminare le occhiaie?”

 

Rispondiamo innanzitutto alla prima domanda: Le occhiaie non sono dovute solo al poco riposo ma possono essere causate da diversi fattori.


Esse dipendono essenzialmente da un problema ai capillari presenti sotto gli occhi che sono spesso soggetti a danneggiamenti dovuti a diversi fattori quali:

• Scarso riposo

• Alimentazione

• Eccessivo sfregamento degli occhi

• Stress

• Scarsa idratazione

• Problemi renali

• Eccessiva esposizione al sole.

Queste sono alcune delle possibili cause delle occhiaie ma in linea di massima possiamo dire che quelle più frequenti restano l’alimentazione scorretta, lo stress e il poco riposo. Fatta questa premessa possiamo ora rispindere alla seconda domanda: come eliminare le occhiaie?

Curandoci internamente ed esternamente!

 

 

1.Vinci le occhiaie con la vitamina C!

Per eliminare le occhiaie bisogna prima di tutto agire dall’interno con una corretta alimentazione. A questo scopo, gli alimenti da consumare sono soprattutto quelli ricchi di vitamina C e K. La vitamina K è infatti dotata di proprietà anticoaugulanti che evitano l’accumulazine di sangue. Via libera quindi a frutta come kiwi, uva e tutti gli agrumi e ad abbondante verdura, in special modo i peperoni. I vostri veri nemici in questo caso sono alcol e tabacco, che ostruiscono il drenaggio. In ogni caso, l’aiuto di integratori che migliorino la circolazione sanguigna, può essere un asso nella manica!

 

2.Rilassati!

Il riposo, sia mentale che fisico, è un ottimo allato per combattere le occhiaie, che sono spesso causate da eccessivo stress. Dormire almeno 7-8 a notte ed evitare il più possibile situazioni stressanti è fondamentale, ma essendo un’utopia per quasi tutti noi, il consiglio è quello di attenuare la tensione con tecniche di rilassamento o bagni caldi in cui immergersi per staccare la spina.

 

3.La magia delle creme

Le creme, utlitzzate con costanza, possono essere ottime per ridurre le occhiaie: quelle per il contorno occhi, specifiche per occhiaie, saranno ottime per attenuarle. La funzione principale che svolgono quelle contenenti sostanze naturali, è il rinforzamento dei capillari sotto gli occhi.

 

4.Consigli della nonna di DCD Tuscolano

Ecco un paio di consigli d’altri tempi per elimiare le occhiaie con quello che comunemente si trova in casa:

• Cetrioli: Già visto in milioni di film, ma sempre efficace! Tagliate due fette di cetrioli, mettetele in freezer e e dopo ponetele sugli occhi!

• Patate e cetrioli: altro rimedio è posare sugli occhi prima due fette di patate e dopo due fette di cetrioli. Un consiglio: prima di fare questa operazione è bene pulire il contorno occhi con un batuffolo d’ovatta imbevuto di olio d’oliva oppure di camomilla fredda.

• Infusi: Un altro rimedio molto efficace per eliminare le occhiaie è quello di creare un infuso in acqua calda unendo malva, rosmarino e petali di rosa. Una volta raffreddato il composto è necessario filtrarlo e applicarlo sugli occhi tramite garze, ovatta o dischetti di cotone.

 

Pronti addire addio alle occhiaie? Non è così difficile!

Pubblicato in Beauty
7 Ottobre 2014
Letto 25060 volte

Amici di DCD Tuscolano, oggi vogliamo fare uno strappo alla regola e non scrivere un nuovo post di nostro pugno ma riportare un articolo che gli amici di AWSMmag hanno redatto parlando, tra le altre cose, anche di noi. Buona lettura!

 

I giorni del rientro sono ormai storia passata, eppure la nostra redazione sembra subire ancora troppo il fascino di questa riscoperta estate settembrina. Sonnecchianti e un po’ barcollanti ci avviamo al nostro vero rientro. Certo mai più nefasto e beffardo fu questo settembre, che ha deciso di sorprenderci con un primo del mese piovoso e autunnale, per giunta di lunedì.

 

Il mal di ritorno, con la sua September Blues, ha colpito forte, e dopo aver chiuso nei cassetti costumi e creme solari, il rientro dalle vacanze è sembrato ancor più faticoso e insostenibile di tutti quelli passati, più terribile ed angoscioso di tutti i lunedì dell’anno – tanto da provocare esodi sconnessi e reazioni a catena. Alcuni cronisti sono fuggiti in Germania, altri in Francia e c’è chi ha deciso di non lasciare il lettino del lido Miramare e chi dai verdi monti proponeva di titolare questa rubrichetta “AWSM sotto l’Ombrello” piuttosto che “…sotto l’ombrellone”, vista tutta l’acqua cadutaci sulla testa, sotto forma di secchiate, ghiacciate e non.
Ahimè, il borsone da mare ha ceduto il posto alla borsa da lavoro – in cui a forza abbiamo infilato uno di quegli ombrellini da pochi euro con un destino già scritto che inevitabilmente è sopperito alla prima folata di vento incontrata, ma almeno avevamo una giustificazione per il look punk anni 90, con capelli arruffati/cotonati e tutto il trucco colante giù per le guance.
Le cartine e piantine di città e musei si sono tramutate in lista di buoni propositi per questo nuovo inizio, perché infondo, diciamocelo, il vero primo dell’anno è il primo settembre.
Noi di AWSM, colpiti duramente dalla sindrome, con postumi da malinconia vacanziera che ci accompagneranno per tutto l’autunno, abbiamo pensato di dare una manciata consigli – soprattutto per provare a seguirli noi stessi – su come affrontare al meglio la routine quotidiana ed alleviare lo stress.
Riprendere gradualmente le proprie abitudini può aiutare l’umore e facilitare la produttività. Niente bruschi risvegli e corse dietro la corriera, prendetevi tutto il tempo per una sana colazione ed una passeggiata alla fermata dell’autobus/metro/tram, godendo della frizzante aria mattutina.
P.S. se ci riuscite datemi indicazioni su come fare, visto che tre sveglie ed una macchinetta intera di caffè (da quattro tazze) non sono bastate a farmi mettere il naso fuori casa prima delle dieci.
Stilate una lista di piccoli obiettivi da raggiungere, in questo modo sarete concentrati sui passi futuri da fare, senza caricarvi di ansia ed inutili preoccupazioni – almeno per il primo mese di rientro.


La mia micro lista:
-       Completare il libretto e redigere la relazione semestrale;
-       Non mandare a quel paese il capo che continua a non pagarmi, adducendo fantasiose e sempre nuove scuse.
-       Dopo i balordi delle ferie, è consigliabile seguire un’alimentazione più sana. Frutta verdura e molta acqua, dovrebbero prendere il posto di pizza gelati e vino; ma se siete junk food-dolci-dipendenti non negatevi una volta a settima la vostra droga preferita. L’astinenza forzata potrebbe avere conseguenze molto più gravi e nocive di un po’ di ciccia sui fianchi!


Consiglio non idoneo a chi abbia il colesterolo alto, molto alto, o sia in sovrappeso – con molta, molta ciccia sui fianchi. 
Un consiglio molto efficace per combattere la September Blues è quello di organizzare il prossimo viaggio, una fuga romantica o un week-end fuori porta. L’umore salirà, ed il solo pensiero della futura evasione, tramuterà tutto il grigiore della routine in un rosa pallido e soave, anche il lavoro più noioso sarà tutto sommato accettabile – confezionato in un fascicolo color carta da zucchero, non potrà essere poi così cattivo!
Ed infine, concedetevi del tempo solo per voi.


Il must in queste circostanze è un massaggio personalizzato che possa rigenerarvi, sia mentalmente che spiritualmente. E come di consueto, non possiamo che consigliarvi il Centro DCD Tuscolano, che ci ha accompagnato per tutta l’estate, dove ogni muscolo del vostro corpo sarà coccolato da mani esperte e premurose che doneranno benessere e riposo alla vostra persona.
Buoni postumi.

Pubblicato in Consigli
24 Settembre 2014
Letto 930 volte
Si sente continuamente ripetere dai medici ma anche dalla televisione e dai giornali, che bere acqua fa bene.
Ma come mai è così importante? L’acqua è una componente fondamentale del nostro organismo in cui svolge numerose funzioni come regolare l’equilibrio elettronico, trasportare le sostanze ed eliminare le scorie.
 
Bere acqua fa bene a tutto l’organismo e a tutti gli apparati come il cuore, il sistema nervoso, i reni e la pelle. Aiuta anche a dimagrire ed è indispensabile per gli sportivi.
Ma quanto e quando bisogna bere? Perché in condizioni particolari come per esempio in gravidanza o quando si è anziani è necessario bere più del normale? E soprattuto bere acqua, fa sempre bene, o ci sono casi in cui bere è controindicato e può addirittura far male? Cercheremo di dare una risposta a tutte queste domande, cominciando dal capire le proprietà e le funzioni dell’acqua.
 
Cominciamo ad elencare i benefici dell’acqua:
  • L’acqua elimina scorie e tossine
  • Depura l’organismo
  • Abbassa la pressione
  • Regola l’equilibrio elettrolitico
  • Migliora memoria e apprendimento
  • L’idratazione purifica la pelle
  • Previene l’invecchiamento cutaneo
  • Attenua la cellulite e la ritenzione idrica
 
Quando l'acqua introdotta e formatasi nell'organismo equivale a quella eliminata (urine, sudore, respirazione e traspirazione) l'individuo è in equilibrio idrico.
L'acqua è il nostro costituente fondamentale: nell'organismo umano adulto è presente in una quantità pari al 60% del peso corporeo, mentre alla nascita raggiunge circa il 75%.
 
La pelle è la parte del corpo dove l'acqua è presente in maggior quantità, specialmente negli strati più profondi che sono costituiti dal 70% da acqua.
Bere abbondantemente aiuta a mantenere la pelle ben idratata, giovane ed elastica, soprattutto nei mesi estivi, quando l'esposizione prolungata ai raggi del sole comporta una maggior perdita d'acqua, rendendola più secca.
 
La giusta quantità d'acqua permette al cervello di controllare correttamente i meccanismi di termoregolazione del nostro corpo. La mancanza d’acqua da invece origine a scompensi come:
  • crampi
  • sensazione di spossatezza
  • mancamenti nei casi di disidratazione più gravi. 

 

La presenza dell'acqua è fondamentale nel sangue, non solo perché è il principale elemento del plasma (la componente liquida del sangue), ma anche perché assolve all'importantissima funzione di regolare il volume del sangue e la sua fluidità. Un organismo fortemente disidratato ha il sangue più denso e, di conseguenza, la circolazione rallentata. 
Infine l'acqua all’interno dell'intestino fa volume prevenendo la stipsi.
 
All’organismo è necessaria l’introduzione di due litri di liquidi al giorno, poiché è questa la quantità che viene eliminata quotidianamente attraverso pelle, polmoni, vescica e intestino. 
 
Un rischio da evitare è quello di bere solo quando ne avvertiamo strettamente il bisogno, perché potrebbe essere già troppo tardi. Infatti, il senso di sete è controllato dall'ipotalamo, ma questa ghiandola del cervello non è un indicatore sempre affidabile e a volte può scattare in ritardo. Perciò, bisogna imparare a idratarsi regolarmente durante la giornata, anche quando si crede di non averne bisogno.
 
Non tralasciamo, amici di DCD TUSCOLANO, che l'acqua è determinante anche per il controllo del peso corporeo; persone che bevono poco sono maggiormente esposte al ristagno di tossine oltre ad incentivare la ritenzione idrica. Questa situazione gioca nettamente a sfavore della perdita di peso e del rassodamento dei tessuti.
 
Anche se è l'ultimo degli elementi trattati, è però il più importante: "fast but not least", quindi. Senza cibo possiamo sopravvivere relativamente a lungo (anche 10 settimane), ma senza acqua la nostra vita si spenge in poco tempo, addirittura in due/tre giorni.
Questo perché l'acqua è il componente principale del nostro organi­smo: il nostro corpo infatti è costituito dal 60/70% di acqua, quantità che varia in base all'età, al sesso e alla proporzione tra tessuto muscolare e grasso.
L'acqua va quindi assunta ogni giorno, con dosi che variano da individuo a individuo, dalla stagione, dall'attività fisica svolta e dal tipo di alimentazione. In media comunque si consigliano due litri di liquidi al giorno, sotto forma di varie bevande, ad esclusione dell'alcool che anzi richiede un'ulterio­re quantità di acqua per essere metabolizzato. Oltre che in liquidi come latte, tè, caffè e succhi di frutta l'acqua è contenuta anche in numerosi alimenti, primi tra tutti la frutta e la verdura, il pane, la pasta e la carne che ne assumono anche in cottura.
 
Un consiglio? Imponetevi di bere con regolarità molta acqua ogni giorno, è sicuramente utile agli atleti, a chi soffre di calcoli renali e alle persone anziane e a chi sta seguendo un regime dietetico controllato.
 
Pubblicato in Alimentazione
5 Settembre 2014
Letto 1478 volte
Pagina 4 di 5

Promozioni

  • 20% di sconto

    Settembre è il mese giusto per cominciare a prenderti cura di te!

    20% di sconto sull’acquisto di un pacchetto da 20 sedute di Electrosculpture!

    Nel mese di Settembre se paghi in un’unica soluzione 4 mesi di mantenimento in regalo (equivalenti a 8 sedute di Electrosculpture)!

    Offerta valida fino al 30/9/2019
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
Chiamaci

per conoscere costi e offerte

riservati a te
06 7696 8250
Lun/Ven 8:30 - 20:00 | Sab 9:00 - 17:00
Dottoressa in sede per un consulto gratuito!
Lun e Mer 14:00 - 19:00 | Ven 9:00 - 19:00
Via Statilio Tauro, 9
00175 Roma
Lun - Ven 8.30 - 20.00
Sab 9.00 - 17.00
info@dcdtuscolano.it
06 7696 8250
06 7140 845
+39 392 515 2973
PARCHEGGIO
CONVENZIONATO
Via Emilio Lepido, 18
Via Tuscolana, 857
FINANZIAMENTI
Fino a 24 mesi

dcd-centriestetici-bn