Consigli

Come prendersi cura di sè in quarantena

Come prendersi cura di sè in quarantena

10 consigli per non perdere di vista il proprio benessere in questo periodo forzatamente casalingo firmati DCD Studi Estetici.


A causa di di questo periodo difficile la maggior parte di voi è bloccata in casa.
Un rischio è che, con il passare del tempo, possano vanificarsi tanti sforzi fatti nei mesi precedenti, un’altro è che si smetta per qualche motivo (e possono essere tanti) di prendersi cura di se stesse.

 

Come fare a non lasciarsi andare?

 

Ecco qui 10 semplici consigli:

  1. Bere almeno 2 litri di acqua oligominerale al giorno
  2. Fare esercizio fisico costantemente ma con moderazione:
    non bisogna allenarsi per le Olimpiadi, bastano 30-45 minuti di camminata a passo sostenuto (come se si camminasse perché si è in ritardo ad un appuntamento) 2-3 volte a settimana. Non sapete dove camminare? Il terrazzo condominiale sta diventando palestra per tantissimi italiani! In caso contrario potete scaricare qualche App Fitness ed esercitarvi in salotto, ce ne sono tantissime!
  3. Evitare di pesarsi in continuazione:
    le bilance possono avere uno scarto di precisione di qualche etto e, soprattutto, le variazioni giornaliere del peso o addirittura durante l’arco della stessa giornata, sono strettamente correlate alla variazione dei liquidi corporei, non del grasso! Evitate quindi di pesarvi continuamente, sarebbe solo una fonte di stress.
  4. La dieta non è una punizione:
    potete continuare a farla concendendovi però piccole eccezioni. Se siete in crisi o avete consigli da chiedere ricordatevi sempre che in questo periodo potete scriverci a filodiretto@dcdstudiestetici.it
    Spesso la tendenza a mangiare, soprattutto fuori pasto, è dovuta ad abitudini sbagliate o a stress. Cerchiamo di convogliare queste pulsioni verso qualche altra attività. E’ bene cercare di trovare il modo di incrementare l’autocontrollo e nel momento di estrema pulsione verso l’assunzione del cibo, convertire quest’ultima in un’occupazione diversa: facciamo mente locale su quello che ci piace fare. Anche andare alla ricerca della nostra canzone preferita e riascoltarla più volte o seguire un corso on line o tramite app su un argomento che ci interessa.
  5. Se vi capita il cosiddetto “attacco di fame”, niente panico, non è realmente fame:
    i nostri schemi alimentari vengono studiati per coprire in modo più che sufficiente  i fabbisogni energetici del vostro organismo, si tratta solo di riabituarsi ad una certa regolarità. Provate a non afferrare il primo alimento pronto che vi capita tra le mani.
    Apparecchiate un piccolo angolo del vostro tavolo con cura, preparate una tisana alla frutta o quella che più gradite, se volete aggiungete un pizzico di zenzero, cannella o altre spezie per esaltarne il sapore. Vedrete che nel frattempo avrete trovato un modo per distogliere l’attenzione dal cibo e, sorso dopo sorso, guadagnato un piccolo grande risultato (è anche un modo per aumentare ulteriormente l’introito di liquidi).
  6. Ciao ciao Sale:
    nella preparazione delle pietanze cerchiamo di limitare, non eliminare, il quantitativo di sale da cucina. Per insaporire i cibi possiamo utilizzare le erbe aromatiche (salvia, rosmarino, timo, ecc) e le spezie (pepe, curcuma, ecc) secondo i propri gusti e tollerabilità.
  7. Cotture preferenziali:
    per la preparazione dei cibi preferite la cottura a vapore, in padella, alla piastra, al cartoccio, per conservare il più possibile le proprietà organolettiche e nutrizionali  degli alimenti.
  8. Distanza di sicurezza:
    cercate di distribuire i pasti in modo tale che la distanza temporale tra la cena e la colazione successiva sia di almeno dodici ore. Esistono molti studi scientifici che dimostarno che questa modalità chiamata “Time-Restricted Feeding” ha una serie di effetti benefici sul nostro organismo. Ad esempio: migliora la funzione intestinale, facilita in termini di rapidità la perdita di peso, riduce gli indici di infiammazione nel sangue e l’insulino-resistenza e quindi molti dei parametri che predispongono allo sviluppo delle malattie cronico-degenerative.
  9. Usate la fantasia:
    cercate sempre di attenervi alle nostre indicazioni alimentari, ma usate anche un po’ la vostra fantasia: anche l’occhio vuole la sua parte. Perciò non vi dimenticate di rendere il piatto visivamente piacevole: le verdure sono colorate, sfruttiamo questa caratteristica anche per guarnire le pietanze prima di servirle. Curate anche l’aspetto della tavola, quando è possibile, magari nel weekend quando c’è più tempo a disposizione. E ricordate che con pazienza e costanza l’obiettivo sarà raggiunto in minor tempo e con minor sforzo.

 

 

 

Dott.ssa Alessia Mari
Medico Chirurgo
Specialista in Scienza dell’Alimentazione

DCD Tuscolano Consigli
8 Aprile 2020
Letto 328 volte

Promozioni

  • 10% di sconto

    Trasforma i tuoi propositi annuali in realtà con DCD Studi Estetici!

    10% di sconto sull’acquisto di un pacchetto da 20 sedute di Nuova Electrosculpture!

    Nel mese di Gennaio se paghi in un’unica soluzione 3 mesi di mantenimento in regalo per te (6 sedute di Electrosculpture)!

    Offerta valida fino al 31/01/2020
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
Chiamaci

per conoscere costi e offerte

riservati a te
06 7696 8250
Lun/Ven 8:30 - 20:00 | Sab 9:00 - 17:00
Dottoressa in sede per un consulto gratuito!
Lun e Mer 14:00 - 19:00 | Ven 9:00 - 19:00
Via Statilio Tauro, 9
00175 Roma
Lun - Ven 8.30 - 20.00
Sab 9.00 - 17.00
info@dcdtuscolano.it
06 7696 8250
06 7140 845
+39 392 515 2973
PARCHEGGIO
CONVENZIONATO
Via Emilio Lepido, 18
Via Tuscolana, 857
FINANZIAMENTI
Fino a 24 mesi

dcd-centriestetici-bn