Alimentazione

Visualizza articoli per tag: rimedi naturali

Liquidi in eccesso possono causare problemi all’organismo e rendere difficile la diuresi.
Se il problema è non è legato a una forma patologica potete risolverlo naturalmente con gli alimenti giusti.

E’ possibile favorire la diuresi e aiutare l’organismo a mantenere l’organismo in salute con 

 

Carciofi

 

I carciofi sono degli ottimi depurativi naturali grazie alla cinarina, una sostanza che facilita diuresi e depurazione delle vie biliari. Come assumere il carciofo? Oltre che come contorno, è utile bere succo di carciofo. Per prepararlo basta poco, portare acqua ad ebollizione e lasciare per qualche minuto in infusione le foglie secche di carciofo. Filtrare e bere.

Il sapore è abbastanza amaro, ma per svolgere al meglio la sua funzione non deve essere zuccherato. Il massimo consentito è un cucchiaino di sciroppo d’acacia.

 

Anguria e Ananas

 

Ecco i due frutti diuretici per eccellenza: ananas e anguria. Quest’ultima è utilizzabile solo nei periodi estivi, mentre l’ananas è possibile consumarla per diverse stagioni. L’anguria ha un’alta percentuale di acqua, oltre che di fibre, minerali e un potente antiossidante (licopene) importanti per l’espulsione di liquidi in eccesso.

L’ananas è l’altro potente diuretico con azione depurativa grazie alla bromelina, utile anche contro gonfiori e inestetismi della cellulite.

 

Finocchi

 

Il finocchio è un ortaggio molto diffuso nella dieta mediterranea. Molteplici i suoi effetti:

 

  • diuretico
  • digestivo
  • contrasta gas addominali
  • depurativo per il fegato
  • sgonfiante

 

Asparagi

 

Quest’ultimo ortaggio ha importanti proprietà diuretiche, ma non tutti possono mangiarlo. L’alto contenuto di acido urico dell’asparago può causare spiacevoli conseguenze per coloro che soffrono di: cistite, prostatite e gotta.

Acqua

 

Non dimenticate la bevanda per eccellenza, l’unica che non ha effetti collaterali ma favorisce la migliore diuresi. Si consiglia di bere almeno 2 litri di acqua al giorno e possibilmente lontano dai pasti. L’acqua favorisce diuresi, depurazione, stipsi, digestione e migliora il benessere della pelle.

Pubblicato in Consigli
31 Ottobre 2016
Letto 555 volte

I capelli bianchi sono da sempre sinonimo di saggezza e negli ultimi anni sono tornati di moda.

La tendenza vuole i capelli brizzolati per gli uomini e total white per le donne. C’è, però, chi ancora non riesce ad accettarli e con essi il trascorrere del tempo.

Ecco allora che si ricorre alle tinture chimiche o altri prodotti che spesso provocano allergie ed irritazioni. Come ricorrere a rimedi naturali? Il cacao amaro è uno di questi. Scopriamo insieme l’efficacia della polvere di cacao per coprire i capelli bianchi.

 

Il cacao come rimedio per i capelli bianchi

Vuoi coprire i capelli bianchi? Finalmente potete farlo in modo naturale, prima di spendere denaro e tempo in costosi trattamenti che danneggiano la salute dei capelli e spesso anche fonte di allergie, cercate il rimedio nella natura.

I classici rimedi della nonna tornano ad essere utili per risolvere molti problemi per la nostra salute e bellezza. Abbiamo già visto l’importanza del caffè come rimedio per la salute dei capelli.

Qui vi proponiamo un altro efficace trattamento che oltre ad essere utile per i capelli bianchi, il cacao aiuta anche a mantenere in salute il cuoio capelluto.

 

 

Come applicarlo

Prendere una bustina di cacao in polvere, formare una crema densa unendo 3 cucchiai di miele e 3 cucchiai di cacao amaro. Lasciare riposare sui capelli asciutti per circa un’ora e risciacquare.

Dopo l’asciugatura noterete che il cacao è riuscito a scurire i capelli in modo evidente, donando una tonalità naturale e lasciando i capelli anche profumati.

 

Impacchi di salute

Il cacao, oltre ad essere efficace per coprire i capelli bianchi, è sorprendente anche come shampoo e maschera. Per lo shampoo: prendete il vostro shampoo abituale e mischiatelo con la stessa quantità di cacao. usatelo per i lavaggi per almeno 2-3 settimane.

Per potenziare gli effetti del lavaggio potete abbinare un impacco pre-shampoo (maschera) a base di cacao. Per la maschera: mischiate 3 cucchiai di yogurt con 2 cucchiai di cacao in polvere, applicateli su tutti i capelli dalle radici alle punte. Fate agire per 30 minuti e procedete con il lavaggio.

Dopo alcune settimane avrete i capelli più sani e morbidi senza ricorrere a prodotti chimici. In più addio capelli bianchi! Provate per credere.

Pubblicato in Consigli
21 Marzo 2016
Letto 1146 volte

Sbalzi di temperatura, freddo, influenza e reazioni allergiche sono alla base di un comunissimo sintomo quale è il prurito alla gola. Molto fastidioso, impedisce di parlare e respirare in modo naturale, provocando tosse continua, con uno spossamento rilevante.

 

La gola è facile ad infiammarsi e il primo sintomo che avvertiamo è proprio il prurito che se non preso in tempo si aggrava, portando alla diffusione dell’infiammazione nella zona tracheale oltre che del cavo orale.

A ciò si possono aggiungere prurito agli occhi naso che cola e difficoltà a mangiare.

 

Se state passando un brutto periodo a causa del prurito alla vostra gola conviene eseguire alcune semplici mosse per bloccare sul nascere questo fastidio.

 

Anzitutto dovete prestare attenzione alla scelta del cibo e dei liquidi che bevete.

Alcuni di questi sono infatti capaci di aggravare il prurito e tutti i malesseri che ne derivano. Privilegiate frutta e verdura e cibi con alto tasso di acqua.

Sono invece da evitare cibi molto secchi e solidi, oltre che spezie, le quali possono solleticare un po’ troppo una gola già irritata. Brodi, minestroni, creme e vellutate saranno perfette.

 

Si consiglia inoltre di bere acqua filtrata. Questo ridimensionerà il prurito. Basta avere a disposizione una caraffa filtrante l’acqua. Riempitela diverse volte fino ad avere diversi litri d’acqua a vostra disposizione. Sarà bene preparare anche una bottiglia di acqua filtrata da portare in giro con voi durante la giornata.

 

La tosse a volte diviene davvero imbarazzante, specie se si è in un luogo pubblico. Con la vostra bottiglia invece avrete sempre a disposizione dell’acqua per spegnere la tosse, da sorseggiare un po’ alla volta.

Pubblicato in Consigli
21 Gennaio 2016
Letto 586 volte

Siamo abituati ad associare i datteri al misto di frutta secca che si mangia durante le festività natalizie, ma non sono solo questo. I datteri sono in realtà di un frutto ricco di nutrienti fondamentali come potassio, fibre e proteine.

 

I datteri, ricchissimi di prorietà benefiche, favorisconoo transito intestinale ma permettono di risvegliare l’intestino in caso di stipsi sotto forma di rimedio naturale facile da preparare, infatti basta mettere a mollo un paio di datteri secchi in un bicchiere di acqua e tenerli così per tutta la notte: al mattino si beve il liquido filtrato e si mangiano i fichi ammorbiditi.

 

I datteri secchi sono quelli che più facilmente si trovano in commercio e rappresentano un vero concentrato di benefici rispetto a quelli freschi che, invece, si possono trovare solo in pochi negozi specializzati e in un periodo di tempo limitato, ovvero un paio di settimane a fine estate. I datteri è possibile trovarli anche in versione semi-essiccata: meno dolci rispetto a quelli completamente secchi ma con la medesima concentrazione di fibre e nutrienti.

 

La dolcezza è una delle caratteristiche principali del gusto dei datteri e questo si deve soprattutto allapresenza di fruttosio che rende i datteri una fonte di energia subito disponibile, ottimi a colazione per iniziare la giornata con energia e buoni come dolce snack che può sostituire anche dessert molto più calorici e soddisfare la voglia di “qualcosa di buono”. Per sfruttare la carica energetica dei datteri si possono mangiare interi come sono o aggiunti a pezzetti allo yogurt, ai cereali o ai frullati.

 

Tra i minerali presenti nei datteri il potassio è quello presente in maggior quantità: il potassio è fondamentale per la contrazione dei muscoli, compreso quello cardiaco, favorendo la salute del cuore e la circolazione sanguigna. I datteri aiutano ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo (LDL) e sono una buona fonte di vitamine del gruppo B (B1, B2, B3 e B5).

 

I datteri sono ampiamente utilizzati come rimedio naturale in presenza di sintomi influenzali, alla base di un decotto utile in caso di raffreddore, mal di gola e catarro bronchiale. Per preparare il decottoè sufficiente farne bollire un paio in una tazza di acqua, filtrare il tutto e bere (dovrebbe risultare già dolce a sufficienza). I datteri bolliti in acqua possono essere mangiati o utilizzati nelle ricette insostituzione dello zucchero per dolcificare bevande, dolci, biscotti o marmellate.

 

Una curiosità per concludere:
La palma da dattero è una delle piante che più longeve al mondo: può vivere fino a 300 anni, producendo fino a 50 kg di datteri all’anno.

 

Pubblicato in Alimentazione
10 Novembre 2015
Letto 605 volte

Naso chiuso, occhi gonfi e un fortissimo mal di testa: i sintomi del raffreddore sono ben noti a chiunque.

I virus da raffreddamento entrano nelle cellule respiratorie del naso, le rompono e la conseguente liberazione di sostanze irritanti e infiammatorie provoca i sintomi fa­stidiosi che tutti ben conosciamo. Se si è de­bilitati e con  le difese im­munitarie abbassate può anche essere particolarmente cruento o ripresentarsi spesso durante la stagione. Ma come contrastarne gli effetti ricorrendo a rimedi naturali?

 

I calzettoni umidi

Antiche saggezze popolari consigliano i calzettoni umidi: iniziamo con un caldo pediluvio, asciughiamo i piedi con cura, indossiamo un paio di calze di cotone immerse poco prima in acqua fredda ma ben strizzate, indossiamo poi un paio di calzettoni di lana. La massima efficacia – per quanto possa sembrare assurdo – la si raggiunge andando a letto e concedendosi un riposo ristoratore.  Per aumentare i benefici del pediluvio aggiungiamo qualche goccia di olio essenziale, meglio se di Eucalipto o Menta Piperita; se la tosse è insistente e impedisce il sonno optiamo per la Lavanda che è calmante.

 

Rimedi naturali della tradizione

In Asia per prevenire le malattie da raffreddamento si usa masticare della radice fresca di zenzero almeno tre volte al giorno. Quando la malattia è già iniziata si versa in una tazza di acqua calda la punta di un cucchiaino di zenzero in polvere e un paio di cucchiaini di miele. La bevanda ha un eccellente azione espettorante e febbrifuga.

In India, contro le malattie da raffreddamento, si usa preparare una bevanda preparata versando un litro di acqua calda in una tazza contenente polpa di tamarindo. Si chiude bene e si lascia in infusione per 2-3 ore.

Quindi si filtra e si aggiunge del miele si diluisce con poca acqua. Si assume più volte durante la giornata.

Nei paesi arabi si prepara un composto per gargarismi facendo bollire per una ventina di minuti, in 650ml di acqua, della scorza di melagrana essiccata. Quindi si filtra e si utilizza come di consueto per gargarismi contro mal di gola e raffreddore.

In Grecia si cuociono a vapore dei fichi con miele e limone e si assume a cucchiai i composto ottenuto durante la giornata, mentre in Finlandia si riduce in purea dell’uva ursina precedentemente bollita e poi miscelata con del miele e si assume durante il  giorno. Sembra che il rimedio ottenuto abbia un ottimo sapore!

 

Piccoli accorgimenti per prevenire il raffreddore

Restano comunque sempre validi i soliti accorgimenti: se fa freddo, per prevenirne la comparsa, è bene quando si sta al­l’aperto indossare una sciarpa per coprire naso e bocca, per bloccare le vie d’accesso di virus e batteri, ma soprattutto per evitare che l’aria troppo fredda colpisca il volto e la gola.

La cosa più utile in ogni caso, è lavarsi spesso le mani. Il virus del raffreddore infatti si trasmette attraverso il contatto fisico, soprattutto tra i bambini che lo raccolgono a scuola e che, toc­candosi occhi e bocca, poi lo passano a chi ancora non è raffreddato, ma lo diverrà presto… compresi genitori e fratellini. Lavarsi le mani di frequente, con il sapone, aiuta a limitare il contagio.

E poi via libera anche alla prevenzione con la vitamina C di cui è ricca la frutta e la verdura come gli agrumi, i kiwi, i pomodori e i peperoni.

Pubblicato in Consigli
26 Ottobre 2015
Letto 771 volte

C’è chi considera la menta solo un’erba rinfrescante e chi, soprattutto in estate, l’ingrediente di partenza per preparare un buon mojito ma in realtà la menta è molto di più.

Portatrice di diverse proprietà e benefici è utilizzabile in cucina, nell’industria alimentare e anche in quella cosmetica, viene inoltre utilizzata per profumare e aromatizzare gomme da masticare e caramelle, dentifrici e per insaporire e condire numerosi piatti.

Proprietà digestive della menta

La presenza di mentolo conferisce alla menta proprietà antisettiche e antibatteriche che ne fanno un rimedio naturale in caso di difficoltà digestive. Risulta ottima anche per i sintomi della sindrome di intestino irritabile come gonfiore e crampi; ma anche in caso di nausea la menta può essere una buona alleata.

Per alleviare questi disturbi oltre ad utilizzare la menta per la preparazione delle pietanze o di una salsa allo yogurt con cui accompagnare carni e verdure si possono bere a fine pasto delle bevande a base di menta che favoriscono la digestione. Ecco qualche esempio:

 – un bicchiere di acqua tiepida con 4 gocce di olio di menta piperita

       una tisana di menta preparata lasciando in infusione 1 cucchiaino di foglie secche (2 se si usa la menta fresca) per 5-10 minuti in una tazza di acqua bollente. Trascorso il tempo di infusione la tisana va filtrata e bevuta.

I benefici della menta: l’aroma

La stessa tisana è utile anche per alleviare il mal di testa grazie all’aroma rinfrescante e rigenerante esalato dalla bevanda. La menta ha proprietà analgesiche e rilassanti utili in caso di dolori muscolari, mal di testa ed emicrania legati anche a stati di stress. In questi casi si può massaggiare la zona dolorante (in caso di muscoli tesi) o la zona della nuca e delle tempie (in caso di mal di testa) con dell’olio (di oliva, di mandorle, di jojoba) o della crema idratante a cui sono state aggiunte alcune gocce di olio di menta.

Le proprietà antibatteriche della menta la rendono indicata per la salute del cavo orale, infatti inibisce la proliferazione di batteri, prevenendo irritazioni alle gengive e la formazione di carie e, allo steso tempo,rinfresca l’alito; per questi motivi la menta trova largo utilizzo come agente aromatizzante di gomme da masticare, dentifricio e collutorio e può essere impiegata anche per realizzare un collutorio fai da te semplicemente preparando una tisana (come per i problemi digestivi) da utilizzare fredda per risciacquare la bocca.

Con il suo profumo la menta ha un’azione espettorante che aiuta il corpo ad eliminare muchi e dona sollievo quando si è congestionati preparando suffumigi con aggiunta di olio di menta piperita o massaggiando la zona del petto-collo-naso con un unguento a base di olio di cocco e di menta.

L’aroma della menta così rinfrescante e rilassante è utile anche in caso di stress e tensione, da aromatizzare nell’ambiente con un diffusore (anche in auto) da aggiungere al bagno caldo o semplicemente imbevendo un fazzoletto con olio di menta piperita da annusare all’occorrenza.

Usi di bellezza della menta

Le proprietà antisettiche e antinfiammatorie della menta ne fanno un rimedio di bellezza fai da te in caso di brufoli e pelle con impurità utilizzando il succo di menta direttamente sulle zone interessate, applicandolo con un batuffolo: dopo una posa di 15-20 minuti la pelle va risciacquata con abbondante acqua fredda. Per accertarsi di non essere allergici è sempre consigliato effettuare un test su una piccola parte del corpo così da verificare la sensibilità della pelle.

L’olio di menta piperita può essere aggiungo allo shampoo per stimolare la crescita dei capelli e combattere la forfora.

Pubblicato in Alimentazione
18 Settembre 2015
Letto 727 volte

Promozioni

  • 20% di sconto

    DCD NETWORK, da 30 ANNI una garanzia per la tua prova costume!

    20% di sconto sull’acquisto di un pacchetto da 20 sedute di Electrosculpture!

    Nel mese di Luglio se paghi in un’unica soluzione 6 sedute di Electrosculpture in regalo!

    Offerta valida fino al 31/7/2019
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
Chiamaci

per conoscere costi e offerte

riservati a te
06 7696 8250
Lun/Ven 8:30 - 20:00 | Sab 9:00 - 17:00
Dottoressa in sede per un consulto gratuito!
Lun e Mer 14:00 - 19:00 | Ven 9:00 - 19:00
Via Statilio Tauro, 9
00175 Roma
Lun - Ven 8.30 - 20.00
Sab 9.00 - 17.00
info@dcdtuscolano.it
06 7696 8250
06 7140 845
+39 392 528 6103
PARCHEGGIO
CONVENZIONATO
Via Emilio Lepido, 18
Via Tuscolana, 857
FINANZIAMENTI
Fino a 24 mesi

dcd-centriestetici-bn