Tendenze

L’estetica maschile

L’estetica maschile

Una volta era il regno delle donne: la profumeria, il luogo dove incontrare un uomo era pressoché impossibile. Se c'era, stava semplicemente accompagnando moglie o fidanzata, e sbuffava in un angolo.

 

Oggi, tutti i negozi che hanno a che fare con la bellezza e l'estetica hanno i loro comparti dedicati esclusivamente agliuomini, che occupano nella maggior parte dei casi lo stesso spazio di quelli per le donne. Come si è arrivati ad ottenere le pari opportunità, almeno in profumeria?

Un sondaggio ha dato risonanza al grido di dolore degli uomini: comprare prodotti di bellezza in luoghi esclusivamente femminili mette a disagio 4 su 5 di loro. E i negozi si sono prontamente adeguati, perché il settore dell'estetica,ormai, sull'uomo punta moltissimo. E non è solo il commerciante al dettaglio che si è accorto delle nuove esigenze di bellezza degli uomini: a livello pubblicitario, creme e altri prodotti rivolti a un pubblico maschile sono ormai lanciati quanto quelli femminili; e le grandi marche del settore hanno stravolto le loro linee, per fare posto a quello che, negli ultimi anni, è il vero target su cui puntare:l'uomo, che si cura, che si ama, che si vuole migliorare, che vuole, semplicemente, essere più bello.

 

Questione di griffe

 

Si sono adeguati tutti: quelli che prima avevano una clientela unisex, quelliche puntavano solo alle donne, quelli che strizzavano l'occhio agli uomini, sì,ma con moderazione.

 

Bulgari, Biotherm, Aveda, Clarins, Lancome, fino a poco tempo fa, erano griffecche si rivolgevano solo ed esclusivamente ad un pubblico femminile, mentre orachanno le loro linee maschili. Così come hanno sviluppato prodotti per soli uominicaziende storicamente unisex, come la Nivea, Clinique o Neutrogena. Gillette e

Mennen, tradizionalmente marchi ad uso maschile, ma con una scelta di prodotti limitata, hanno ampliato le loro offerte: non più solo lamette, schiuma da barba e deodoranti, ma anche detergenti, idratanti, e così via.

Il campionario di prodotti dedicati solo ed esclusivamente ad Adamo è ormai così vario che non ha nulla da invidiare al settore femminile.

 

Dalla cima dei capellialla punta dei piedi, è proprio il caso di dirlo, non c'è millimetro del corpo

maschile che non abbia la sua cura trattante, rivitalizzante, idratante, specifica.

 

Dallo shampoo per capelli fragili, agli inevitabili trattamenti anticaduta, alle creme specifiche per la pelle maschile, più spessa e vascolarizzata di quella femminile e quindi bisognosa di prodotti ad hoc; dal contorno occhi alle mani,

alle cerette perché anche gli uomini, ormai, si depilano. Per non parlare dei profumi: sono passati i tempi in cui l'uomo si accontentava di dopobarba e deodorante.

L'improvvisa scoperta delle problematiche estetiche, lungi dall'essere un argomento

leggero e frivolo, è una serissima questione economica: l'uomo allo specchio sostiene il settore della bellezza anche meglio della donna.

Incurante dell'aumento dei prezzi, dell'effetto euro e della crisi che ha investito

molti settori dell'economia italiana, il nuovo Adone è disposto ad investire parecchio, sul suo aspetto.

Il maschio fra i 30 e i 38 anni è il più attento al suo aspetto, quello su cui le aziende e i grandi marchi della bellezza puntano per continuare questo inarrestabile trend di crescita.

Anche terme, beauty-farm e centri estetici si sono adeguati al nuovo corso: il primo centro estetico per soli uomini che ha aperto in Italia, ha sfoggiato, dopo un solo anno di attività, un fatturato di 260 mila euro.

 

La chirurgia estetica

 

Più drastica e risolutiva, rispetto alle semplici cure di bellezza con creme e lozioni, la scelta di affidarsi alla chirurgia plastica. Anche qui, negli ultimi anni, il settore per soli uomini ha fatto passi da gigante, offrendo interventi

innovativi, dal lifting endoscopico al quick lifting.

Ma qual è la tipologia di persone che decidono di accantonare dubbi e perplessità

e affidarsi alla chirurgia estetica, e soprattutto, perché lo fanno?

L'Osservatorio Alviero Martini anni fa ha effettuato uno studio su 500 uomini, manager e imprenditori, di età compresa fra i 30 e i 65 anni.

Il 36 per cento di loro ha dichiarato di ritenere necessario un intervento di plastica; per quanto riguarda

i motivi, al primo posto c'è la carriera (36 per cento), seguono le ragioni sentimentali (27 per cento), il voler rispecchiare nel corpo la propria giovane età mentale (21 per cento), il desiderio di cambiare look (14 per cento), il farsi un regalo migliorandosi (12 per cento).

Il 56 per cento degli uomini intervistati fra i 50 e i 58 anni, si è già rivolto a un chirurgo plastico o lo farà a breve. Tra i 59 e i 65 anni la percentuale è del 39 per cento. Si scende al 24 per cento nella fascia d'età compresa fra

34 e 40 anni, e al 21 per cento tra i 25 e i 33 anni.

L'intervento più richiesto è l'autotrapianto di capelli (29 per cento); a seguire, la lipoaspirazione dei fianchi o dell’addome (22 per cento), la rinoplastica (18 per cento), il lifting al viso (12 per cento), la lipoaspirazione al collo (10 per cento), la blefaroplastica (5 per cento).

 

Gli interventi

 

Entrando un po' più nello specifico, uno degli interventi più richiesti, il lifting al viso, è anche uno di quelli che comportano qualche piccolo problema in più per gli uomini, rispetto alle donne. La pelle maschile, più vascolarizzata, è più soggetta ad ematomi, che comunque si riassorbono.

Senza contare che in caso di dermoabrasione e peeling chimici, gli uomini hanno il vantaggio che l'arrossamento della pelle viene nascosto dalla barba.

Gli interventi sul doppiomento possono consistere in una semplice liposuzione, nel caso di giovani con problema lieve, oppure un lifting del collo e rimodellamento del muscolo.

 

Il trapianto dei capelli, come visto, è l'intervento più richiesto, ma non è uno dei più facili. Con l'autotrapianto i risultati migliori si ottengono in tempi lunghi, che possono protrarsi anche fino a due anni. Anche in caso di microinnesti, per un po' di tempo i segni dell'intervento restano visibili.

La liposuzione è un intervento che gli uomini affrontano meglio delle donne, perché hanno una pelle più tonica ed elastica, anche in età non più giovanissima.

Recentemente si sono diffusi gli interventi di muscle enhancing: si tratta di impiantare protesi dove i muscoli originari lasciano un po' a desiderare, quanto a volume: principalmente vengono effettuati a sostengo di pettorali e polpacci.

DCD Tuscolano Tendenze
1 Febbraio 2018
Letto 187 volte

Promozioni

  • 20% di sconto

    Un’estate al mare è possibile! Con DCD Tuscolano puoi, comincia adesso!

    20% di sconto sull’acquisto di un pacchetto da 20 sedute di Electrosculpture!
    In più 4 sedute della Nuova Pressoterapia in omaggio per te!

    E se paghi in un’unica soluzione 8 sedute di Electrosculpture in regalo!

    Offerta valida fino al 31/05/2018
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
Chiamaci

per conoscere costi e offerte

riservati a te
06 7696 8250
Lun/Ven 8:30 - 20:00 | Sab 9:00 - 17:00
Dottoressa in sede per un consulto gratuito!
Lun e Mer 14:00 - 19:00 | Ven 9:00 - 19:00
Via Statilio Tauro, 9
00175 Roma
Lun - Ven 8.30 - 20.00
Sab 9.00 - 17.00
info@dcdtuscolano.it
06 7696 8250
06 7140 845
PARCHEGGIO
CONVENZIONATO
Via Tuscolana, 1176
Via Emilio Lepido, 18
FINANZIAMENTI
Fino a 36 mesi

dcd-centriestetici-bn